Itinerari a piedi

Consigli per fare trekking
Il piacere della passeggiata
La preparazione fisica
L’abbigliamento
L’equipaggiamento
L’alimentazione
L’orientamento
La metereologia
Fotografare
In collaborazione con
Avventurosamente
La Val Trebbia offre molti itinerari percorribili sia da chi non è un “esperto escursionista” sia dai camminatori più appassionati. Le indicazioni di questa pagina sono dedicate a coloro i quali vogliono trovare nella valle il piacere di stare a diretto contatto con la natura, ed è anche un invito a turisti, villeggianti ed escursionisti a conoscere e rispettare la campagna, i boschi, i monti per quello che ci sanno dare : serenità, distensione nonché salute.
Abbiamo diviso gli itinerari in tre sezioni: la prima riguarda percorsi da effettuare sulla dorsale della catena dell’Antola e sono descritti con uno stile prettamente tecnico, con l’esatto percorso da seguire, dislivelli, segnavia e grado di difficoltà. Nella seconda sezione troverete soprattutto percorsi visti dal punto di vista naturalistico, specificando cioè le particolarità naturalistiche che incontrerete effettuando l’itinerario descritto.
Infine nella terza sezione vi proponiamo alcune delle “Camminate piacentine” pubblicate sul sito di PiacenzaSera.
Ogni percorso è disponibile anche in una versione stampabile che potrete portare con voi.
Infine un’avvertenza: anche gli itinerari più facili vanno affrontati con un equipaggiamento adeguato; ricordate che sui nostri monti, specialmente nel periodo estivo, possono avvenire repentini cambiamenti di tempo e che potreste essere sorpresi da violenti temporali, per cui non fatevi cogliere impreparati..

Itinerari in mountain bike

Considerazioni generali

Gli itinerari sono generalmente costituiti da segmenti (ad es. solo salita o solo discesa) allo scopo di facilitare i collegamenti che ognuno riterrà di fare.
Nonostante ogni sforzo saranno certamente presenti errori; tenete conto che ogni descrizione non è nulla più di un invito ad andare e provare. La vostra capacità farà il resto.

Scelta degli itinerari

Sono stati descritti gli itinerari percorsi dall’autore e che gli sono sembrati più interessanti. Esistono molte altre possibilità anche negli stessi luoghi. Non resta che provare.

Difficoltà

Tecniche
Non toverete alcun riferimento alle difficoltà tecniche, si tratta di una valutazione che è molto soggettiva. Questo non dovrebbe influenzare la fattibilità dei percorsi, al massimo una maggiore o minore abilità varierà la percentuale di ciclabilità.
Per quanto riguarda l’impegno generale per ogni itinerario riportiamo la lunghezza ed il dislivello.
Non sono invece indicati i tempi di percorrenza che variano in funzione delle condizioni di allenamento, dell’etá, delle motivazioni.
Recentemente il CAI ha adottato una scala per le difficoltà tecniche. E’ stata studiata per le gite sociali, ma è una proposta articolata ed interessante.
Orientamento e segnaletica
Qualche itinerario talvolta pone problemi di orientamento; diamo per scontato che abbiate con voi il necessario per l’orientamento: carta, bussola ed altimetro.
Nelle descrizioni degli itinerari si è cercato di evidenziare i punti in cui è sembrato più facile smarrire il percorso.
Gli itinerari incrociano spesso la segnaletica FIE (Federazione Italiana Escursionismo) per cui sono stati riportati i riferimenti ai segnali che si possono incontrare.
Le segnalazioni FIE sono costituite da pittogrammi con simboli geometrici di colore rosso sul versante marittimo e gialli sul versante padano. In alcune zone esistono anche i segnavia CAI costituiti da numeri inscritti nella bandierina rosso/bianco/rosso. Esistono poi segnavia apposti da vari enti od organizzazioni.
Condizioni ambientali
Non sono riportate indicazioni circa il periodo migliore per effettuare l’escursione.
In ogni caso la Liguria non comporta eccessive difficoltà stagionali, ogni periodo dell’anno è buono con le seguenti avvertenze:
– Gli itinerari sono soggetti a nevicate. Le montagne della val Trebbia possono restare innevati per molti mesi. Alcuni itinerari diventano pericolosi in caso di neve o ghiaccio. Tenetene conto!
– Dopo forti piogge alcuni fiumi potrebbero essere non attraversabili, si è cercato di evidenziarlo negli itinerari interessati da guadi impegnativi. Ragionate sulle carte.
– In estate la vegetazione può invadere i sentieri. E’ un ostacolo serio, ma che dipende dallo stato di manutenzione, troppo variabile per essere prevedibile.

Dislivello e distanze

Le distanze indicate nelle relazioni sono state misurate con un semplice ciclocomputer e risultano di conseguenza approssimative.
Nella stima dei dislivelli si è cercato di considerare gli eventuali saliscendi.
Troverete delle non omogeneità nelle descrizioni, alcune troppo lunghe altre troppo brevi. Le ragioni sono molte ma il senso resta quello di invitarvi ad andare.

Validità temporale degli itinerari

La situazione dei percorsi è mutevole. La pioggia, la galaverna, la neve, il vento e l’intervento dell’uomo possono alterare sensibilmente lo stato dei sentieri. Le relazioni riportano una data a cui si riferisce la situazione descritta.

Vai agli itinerari in Mountain Bike

Gli Itinerari sono stati gentilmente concessi da: www.liguriabike.it