Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Cinema Le Grazie di Bobbio: The menu

8 Dicembre @ 21:00 - 11 Dicembre @ 23:00

THE MENU
Giovedì 8, venerdì 9, sabato 10, domenica 11 ore 21,15
Sabato 17, domenica 18 ore 18,30

The Menu, film diretto da Mark Mylod, è una dark comedy incentrata su una cena di alta cucina preparata dal famosissimo ed eccentrico chef Julian Slowik (Ralph Fiennes), che si tiene in un ristorante su una remota isola privata. Celebrità e altri nomi noti accorrono da diversi parti del mondo per scoprire quali prelibatezze il cuoco abbia inserito nel menu. Tra questi ci sono: una coppia, Margot (Anya Taylor-Joy) e Tyler (Nicholas Hoult); tre giovani informatici, Bryce (Rob Yang), Soren (Arturo Castro) e Dave (Mark St. Cyr); una coppia benestante più in là con l’età, nonché clienti abituali, Anne e Richard (Judith Light e Reed Birney); il noto critico gastronomico Lillian Bloom (Janet McTeer) insieme al caporedattore Ted (Paul Adelstein); infine, una celebre star cinematografica di mezza età (John Leguizamo), accompagnata dall’assistente Felicity (Aimee Carrero).

Mentre l’elegante personale di sala, diretto da Elsa (Hong Chau), li accoglie e li serve, la tensione nel corso della serata cresce sempre più, tra segreti svelati e i piatti del sontuoso menù condito da scioccanti sorprese..

Ci si diverte, insomma, in tutti i sensi.

Genere: Commedia dark
Regia: Mark Mylod
Attori: Anya Taylor-Joy, Ralph Fiennes, Nicholas Hoult, Janet McTeer, Aimee Carrero, John Leguizamo, Judith Light, Hong Chau, Paul Adelstein, Christina Brucato, Arturo Castro, Reed Birney, Rob Yang, Adam Aalderks, Peter Grosz, Mel Fair, Mark St. Cyr, Rebecca Koon
Durata:107 min

Critica: Tyler, gourmet ossessivo, invita Margot, misteriosa ‘fidanzata’, ad accompagnarlo a Hawthorn, un ristorante stellato nel cuore di un’isola privata. A gestirlo, come una caserma, è Slowik, chef di cucina molecolare che promette un menu da sogno guarnito da rivelazioni e sorprese. Tra una portata e l’altra, che Tyler degusta vorace, e Margot declina irritando Slowik, uno spettacolo macabro prende progressivamente forma. Circondata da celebrità del cinema e squali della finanza, critici gastronomici deliranti e habitué, Margot è la prima ad avvertire il clima ostile. Intanto la sua inappetenza attira l’attenzione dello chef che le fa una terribile rivelazione. Margot deve comprendere presto le regole del gioco o pagarne il prezzo con gli altri convitati.

Nella storia dei ‘film di ristorazione’, The Menu aspira a uscire dai sentieri battuti della commedia culinaria (Big Night, Ratatouille, Dinner Rush, Délicieux, Sapori e dissapori…) e a smarcarsi dai programmi televisivi galvanizzanti (“Hell’s Kitchen”, “MasterChef Italia”, “Dinner Club”…) costruiti intorno a personalità esplosive come lo chef britannico Gordon Ramsay o il nostrano Carlo Cracco.

The Menu arriva dopo Pig e Boiling Point nel dipingere il fallimento di un sistema e di un mondo che non ha più i piedi per terra. A Hawthorn il prezzo è 1.250 dollari a testa, sottomissione allo chef inclusa. Ti rimetti al suo genio e lui in cambio ti offre la trascendenza su un piatto d’argento. Un’introduzione efficace tratteggia personaggi e personalità che bramano le ‘esperienze’ e venerano il cibo rarefatto, tutti tranne Margot, outsider senza ricchezza e senza privilegi che fuma sigarette e se ne fotte delle papille gustative.

Come Pig, western culinario tra campagna e città, la commedia di Mark Mylod è nemica della sofisticazione mondana, che ha finito per corrompere le proprie scale di valori. Accomodati i suoi ospiti, inebriati con rossi invecchiati o bianchi ghiacciati, punta i riflettori sul suo chef che recita marziale la sua filosofia alimentare. Le sfumature sono sinistre ma i commensali sono in estasi e non vedono il codice matrix sottostante, fino alla terza portata, tortillas ‘incise’ e personalizzate. E a quel punto è troppo tardi.

Meno sappiamo di The Menu e più deliziosa sarà la cena, tuttavia possiamo rivelare senza fare danni, che il film assomiglia a uno spettacolo teatrale concentrato sul processo di costruire ossessivamente ogni piatto, e sul pubblico, oscenamente ricco e disarmato non appena viene maltrattato in una conversazione a tavola. Dall’altra parte del fronte, un esercito di cuochi risponde agli ordini all’unisono e parla solo se interpellato. Le loro vite personali sono votate al culto della cucina, soffriggono, fermentano, misurano, insaporiscono, guarniscono, impiattano, stappano bottiglie e montano a neve le colpe imperdonabili dei convitati. La cena si nutre dei loro peccati e assapora la loro umiliazione per ritornare alla generosità delle cose semplici (hamburger), finire col botto e riportare tutti alla realtà. Il cibo e la sua preparazione si impongono come principali vettori emozionali del racconto.

Un racconto basato su un’isola, tempio dell’essenziale che offre pesce, verdure e carne, e accomodato in un locale esclusivo, che ospita solo una dozzina di persone, non ammette cellulari e non accetta commensali solitari. La posta in gioco è alta (riflettere sui propri privilegi e le proprie meschinità), l’ego è grande e la ricerca di una sensazione effimera è infinita. In questo senso, The Menu fornisce un inquietante commento satirico sulla divisione di classe e su come i ricchi siano un pozzo senza fondo di bisogni insoddisfatti. Mark Mylod apparecchia una commedia dark e vendicativa che sonda le ansie di un collettivo passivo e spoglia le sue velleità.

Il film non si traduce mai in una critica sociale rivelatrice ma sfoggia comunque una visione acuta e avvincente sulle pressioni create dal capitalismo e dalla sua applicazione incoerente. Una potente parodia di una cultura in cui l’esclusività e le esperienze uniche sono feticizzate in misura malsana. Ralph Fiennes è sempre vagamente mostruoso e Nicholas Hoult è l’attore più intrepido di tutti quando si tratta di essere maldestro e vanesio (La favorita, The Great). Tra di loro, la vermeeriana Anya Taylor-Joy fa “scacco matto”.

Cinema Le Grazie
Contrada dell’Ospedale, 2
29022 Bobbio
Tel. : 346 878 2077

Dettagli

Inizio:
8 Dicembre @ 21:00
Fine:
11 Dicembre @ 23:00
Categoria Evento:

Organizzatore

Cinema Le Grazie di Bobbio
Telefono:
346 8782077
Email:
bobbio@cinemalegrazie.it
Visualizza il sito dell'Organizzatore

Luogo

Bobbio
Bobbio PC, 29022 + Google Maps