Le cascate del Perino PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 
Trekking - Itinerari piacentini
Scritto da Achille Menzani   
Martedì 17 Settembre 2013 08:51
Cascata del Perino
Partenza
Chiesa di Calenzano, frazione di Bettola (PC) a 703 metri s.l.m.;
Come arrivare
• da Piacenza si percorre la SS 45 per 29 km (calcolati dalla tangenziale - Galleana) fino a Perino, si entra nella piazza principale e si svolta a sinistra, sulla strada del passo del Cerro in direzione di Bettola;
• si prosegue per 6,1 km e ad un bivio si svolta a destra seguendo le indicazioni “Leggio – Calenzano - Verogna – Cascate Perino”;
• dopo 3,4 km si svolta ancora a destra sulla strada asfaltata che congiunge il passo del Cerro con Calenzano (cartello bianco “Agriturismo le Cascate”);
• ancora 2,3 km e si attraversa l’abitato di Calenzano, che offre due eccellenti e abbondanti fontane; 700 metri dopo la strada asfaltata finisce e si parcheggia nel piccolo piazzale davanti alla chiesa;
• teoricamente è possibile scendere in auto fino a Calenzano Fondo, dove si trova l’agriturismo, ma non ci sono spazi di parcheggio pubblico.
TOTALE da Piacenza km 42 in circa un’ora
Lunghezza
7 km circa;
Tempo di percorrenza
2 ore;
Grado di difficoltà
escursionistico; qualche belvedere sulle cascate è privo di protezione e richiede attenzione soprattutto ai bambini;
Segnavia
CAI 155; assente, ma superfluo, in un breve tratto del ritorno;
Dislivello
m. 250 (oltre agli accessi al greto del torrente);
Punto più alto
partenza, 703 m.s.l.m.
Quando
 
Bambini
 

Itinerario

Dall’ingresso del parcheggio, proprio di fronte alla chiesa, a fianco di un pilastrino in mattoni, si imbocca un sentiero in discesa, con segnavia bianco-rosso del CAI, che porta ad incrociare, dopo 3 minuti, la strada inghiaiata che scende dalla chiesa, tagliandone un lungo tornante.
La si prende a destra in discesa, fino a Zini e a Calenzano Fondo (agriturismo). (mt. 637 - 12 min).
Si prosegue tenendo la sinistra tra le ultime case sulla sterrata in discesa (cartello “cascate”); dopo 5’ si tiene la destra sulla sterrata in discesa, ignorando quella che sale a sinistra; ancora un minuto e si incontra un evidente cartello in legno che indica, a destra, il vialetto di accesso alla cascata n. 1, attrezzato con panchine, scalini e parapetti. (mt. 590 - 6 min).
Si scende fino al greto per ammirare la splendida cascata, che precipita al centro di una parete concava, magnificamente stratificata. (mt. 575 - 5 min).
Risaliti al bivio, si svolta a destra e dopo 5 minuti si raggiunge il mulino di Riè, recentemente sottoposto a restauri che gli hanno restituito il tetto in lastre di pietra e messo in sicurezza la ruota.
Subito dopo il mulino ci si trova ad un bivio: a destra si vedono, sugli alberi, i vecchi segnavia del CAI che guidavano lungo il sentiero 155, alto sul corso del Perino, fino alla cascata n. 2.
Dal momento, però, che il tratto iniziale del sentiero è privo di protezioni e ingombro di schegge di pietra e di sassi franati sul piano di calpestio, peraltro facilmente aggirabili, questo percorso è ostacolato con una corda (cartello pericolo).
Una freccia in legno dipinta di bianco e rosso con indicazione “cascate” apposta su un albero invita invece a proseguire sulla carrareccia, in salita. (mt. 602 - 13 min).
Si continua quindi sulla sterrata e, dopo meno di 5 minuti si incontra un nuovo cartello in legno; seguendo le indicazioni “cascate 2 e 3” si imbocca, a destra, il viottolo che consente, dopo qualche minuto, di ritornare sul sentiero CAI 155 che costeggia il torrente; qui si trova un nuovo cartello che indica, a destra in discesa, il percorso da compiere per raggiungere la cascata n. 2.
Anche questa è molto suggestiva, e l’impetuoso getto d’acqua rimbalza tra alti spruzzi, scavando un’ampia cavità nella roccia alla sua base. (mt. 625 - 13 min).
Ritornati al cartello, non si ritorna alla carreggiabile ma, d’ora in poi, si prosegue sul sentiero CAI seguendo i segnavia bianco-rossi; dopo pochi passi si incontra, sempre sulla destra, un belvedere attrezzato con tavolo e panche, da cui si gode un’eccellente visuale della cascata n.3, caratterizzata da tre distinti salti. (mt. 630 - 4 min).
Dopo un minuto si incontra un’ulteriore deviazione (non segnalata) che porta sul greto, in bella posizione sopra il salto superiore della cascata n. 3.
Si ritorna sul sentiero segnato e si continua a destra in salita. (mt 640 - 4 min).

Informazioni
La località di partenza è priva di negozi e bar, ma sul tracciato, a un quarto d’ora dall’inizio del percorso si trova l’agriturismo “le Cascate.”
A Calenzano, pochi minuti prima di parcheggiare, si passa accanto a due abbondanti e fresche fontane.
Scarica la scheda (con immagini)
Scarica la mappa
Itinerario compilato da Achille Menzani - www.piacenzasera.it

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Settembre 2013 07:46
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information