Fontanigorda, grazie a Guido Benazzi il lago della Nava torna com’era 50 anni fa PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Fontanigorda
Scritto da La Trebbia   
Giovedì 23 Maggio 2019 05:23

Lago della NavaIl lago della Nava, lucente specchio d’acqua situato sul dorso del monte che divide la valle del Trebbia e la valle dell’Aveto in località Vallescura di Fontanigorda, è tornato al suo originale splendore. Era ormai passato mezzo secolo che il meraviglioso laghetto di circa 2.000 m2, meta di tante camminate di coloro che amano la montagna, era completamente sparito come inghiottito nel nulla. Il suo alveo ricoperto di sterpi e ginestre non lasciava più traccia dell’antico laghetto. Il lago della Nava da sempre esistito fu anche caposaldo delle prime mappe territoriali eseguite dai Savoia; fu infatti il generale Alfonso Lamarmora che con una guarnigione dei suoi tecnici soggiornò per alcune settimane il località Montaldo, piccolo paesino ormai disabitato, tra le località Casoni e Vallescura, ospitato con riguardo dagli abitanti che ne ebbero meritati elogi.
Tutto questo è cosa passata, del lago della Nava restava soltanto qualche foto degli anni 1950-60, dove si vedono le mucche e i cavalli mentre si stanno abbeverando nell’acqua del lago. Da quegli anni erano anche scomparsi gli stormi di uccelli migratori che ad ogni autunno stazionavano sui faggi del crinale del monte. Tutto questo non piacque a Guido Benazzi, maturo abitante di Vallescura che dopo una vita di lavoro trascorsa a Milano, da abile ed apprezzato artigiano, aveva fatto ritorno al paese di origine per trascorrervi ciò che gli rimaneva da vivere, col grande cruccio di non poter più vedere il suo laghetto a cui aveva anche dedicato alcune sue poesie, ma soprattutto la grande nostalgia della sua infanzia e gioventù, quando ad ogni mese di maggio faceva ritorno ai suoi beati pascoli oppure alla ricerca dei meravigliosi luoghi di quei paraggi. Fu così che dopo aver capito il motivo della sparizione del lago si dette luogo senza alcun indugio, al lavoro di un efficiente ed intelligente opera di bonifica, riportando il lago della Nava al suo originale splendore. Da quest’anno il lago della Nava potrà ancora essere oasi per tutti gli animali che ancora danno vita ai nostri territori, ma soprattutto potrà essere rivisto da chi ci ha convissuto insieme. La preghiera qui di seguito verrà posta su un’epigrafe presso il lago:

“Signore Iddio, creatore di tutto l’universo
che hai fatto di questo luogo
caposaldo della mia terrena esistenza;
donandomi qui la ricchezza più bella della vita...
Fa che tutti coloro che qui salgono
possano gioire della serena beatitudine
che qui regna perennemente sovrana.
Aiutaci affinché forti della tua fede e speranza
possiamo sempre sentire la tua vicinanza
e la materna custodia di Maria Santissima (Madonna della Neve)
da sempre venerata dal popolo di Vallescura.
Così sia”.


(Articolo tratto dal N° 18 del 23/05/2019 del settimanale “La Trebbia”)
 

Ultimo aggiornamento Giovedì 23 Maggio 2019 05:37
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information