Il Comune di Fontanigorda ha salutato il suo sindaco PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Fontanigorda
Scritto da La Trebbia   
Giovedì 27 Marzo 2014 00:00

Ercole Franceschi

Il comune di Fontanigorda ha recentemente dato l'ultimo saluto al suo sindaco, Ercole Franceschi, venuto a mancare il 7 febbraio scorso.
nato il 3 ottobre 1941 da padre genovese, che ha compiuto 99 anni lo scorso 18 febbraio, e madre originaria di Canale di Fontanigorda, Ercole mosse in Valtrebbia i suoi primi passi. Infatti, per scongiurare i rischi derivanti dai bombardamenti della guerra, i genitori lo portarono nella casa dei nonni, a Canale, dove egli trascorse i primi anni della sua vita.
Questo periodo, in cui venne a contatto con il mondo contadino, fu fondamentale per la sua formazione, profondamente improntata all'amore per la sua terra. Egli non dimenticò mai le sue radici rurali e, per tutta la vita, nonostante i suoi impegni, scolastico prima, militare in seguito (come comandante di plotone nel Corpo degli Alpini) e professionale infine (come funzionario dell'Istituto Bancario Sanpaolo di Torino), sfruttò ogni suo momento libero per tornare al paese d'origine dove, insieme alla famiglia, si dedicava al lavoro nei campi e a tutte le mansioni previste nell'ambito delle società contadine quali erano le piccole comunità della Valtrebbia fino a pochi decenni fa. A ricordare la sua amorevole cura nei confronti della Natura rimane il suo rigoglioso frutteto, paradigma di una instancabile dedizione manifestatasi in tutti i campi in cui operò. L'attaccamento alla comunità locale alla quale sentiva di appartenere ha guidato il suo pubblico operato, in veste di consigliere, vicesindaco e poi sindaco del Comune.
L'onestà e i valori con cui egli svolse il suo incarico fino all'ultimo giorno fanno di lui un raro esempio di virtù, soprattutto in un momento storico in cui troppi casi dimostrano come l'impegno civile sia spesso subordinato alle ragioni dell'interesse e del profitto individuale.
Il suo ultimo e non breve percorso di malattia e sofferenza mai ha precluso ai cittadini e all'amministrazione fontanigordesi di continuare a guardare a lui come punto di riferimento attivo e partecipe e fonte di consigli e direttive preziosi, come del resto è sempre stato.
Con la stessa dedizione Ercole agì nella sfera degli affetti familiari: il padre Bruno, la sorella Maria Irene, la moglie Ada, i figli Bruno e Paolo e le tre nipotine, ricordano il suo amore per una famiglia che egli voleva unita e nei confronti della quale ha sempre cercato, senza invadenza, di dare un aiuto concreto, pratico e mai ostentato.
L'affetto di cui è stato circondato nel suo ultimo periodo e la partecipazione al momento del saluto nella piccola chiesa di Canale, sono state le più eloquenti testimonianze di quanto egli sia stato benvoluto da quanti lo conoscevano, e una consolazione per i suoi familiari.

(Articolo tratto dal N°  13 del 27/03/2014 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information