Atp, la grande fuga e il rischio di tagli alle corriere di vallata PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Val Trebbia ligure
Scritto da Il Secolo XIX   
Martedì 14 Marzo 2017 00:00
ATPQualcuno la chiama già la grande fuga. E di certo Atp non è in questo periodo una società che fa gola a manager e professionisti. Ieri, a un mese di distanza dalle clamorose dimissioni di Ezio Sivori, a lungo presidente di Atp Spa, e di Maurizio Beltrami, presidente di Atp Esercizio, ha lasciato il consiglio di amministrazione Emilio Gatto. Commercialista genovese, Gatto aveva preso il posto proprio di Sivori; rinunciano però a tempo di record. Sono troppi, evidentemente, i problemi che rendono difficile gestire l’azienda. E sono anche tanti i guai in arrivo: la necessità di trovare almeno un milione di euro in tempi brevi, , l’arrivo della temuta (e per molti scontata) decisione dell’Anti Corruzione (Anac) che potrebbe ribadire la bocciatura della vendita di un pacchetto azionario del 48,46 per cento ai privati di Autoguidovie.
Ci sono poi le situazioni poco chiare, almeno secondo quanto dice Luca Pastorino, parlamentare ligure e firmatario del ricorso ad Anac: «Chi oggi dirige l’azienda ha disposto una perizia sul valore del parco mezzi dell’azienda che ha dato un importo molto più basso di quello di un anno fa – dice – è un fatto molto strano. Non vorrei che qualcuno tentasse di abbassare il valore complessivo di Atp e quindi delle sue azioni. A questo modo Atp diventerebbe una preda assai meno costosa». Sospetti che lo stesso Pastorino ha segnalato, qualche giorno fa, alla stessa Autorità Anti Corruzione: «Ho anche chiesto ad Anac quanto tempo ci vorrà ancora per avere un parere. Mi sembra che siamo andati ben oltre le procedure standard. Si potrebbero aprire altri scenari». Il riferimento è a una denuncia alla Procura della Repubblica, che in assenza di Anac diventerebbe la strada da seguire da parte di chi considera la vendita ai privati illegale: «Non dimentichiamo che un pronunciamento di Anac contro l’operazione Autoguidovie c’è già stato. Basterebbe prendere quel parere e andare da qualsiasi giudice» - aggiunge Pastorino. Accanto ai problemi giuridici e all’ecatombe di consiglieri di amministrazione ci sono poi i problemi reali. Si lavora a un ipotesi di taglio chilometrico delle linee attuali, facendo fermare le corriere dirette a Genova prima degli attuali capolinea.
Nel caso del levante i mezzi arriverebbero a Genova Nervi. Nel caso di quelli in arrivo dalla Val Trebbia e dall’Alta Val Bisagno si fermerebbero a Genova Prato. Roberto Rolandelli, direttore operativo di Atp, esclude che una scelta del genere possa essere attuata a breve: «Se ne parla da tempo ma è tutto legato a una vera integrazione tra vettori. In questo caso tra Atp e Amt di Genova. Fino alla fine dell’orario invernale che scade il prossimo giugno, non prevedo modifiche». Ieri, frattanto, la questione Atp è entrata all’ordine del giorno anche nel corso dell’assemblea della Città Metropolitana dedicata all’approvazione dell’ultimo bilancio con il sindaco Marco Doria. E’ stato Gianni Vassallo, consigliere e già delegato ai trasporti fino a un anno fa, a segnalare che «Nell’accordo di programma per il trasporto pubblico locale il Comune di Genova deve versare 500.000 euro annui ad Atp, che noi iscriviamo a bilancio, ma poi di fatto da alcuni anni ne versa solo 300.000». Come dire che Genova fa mancare da tempo una parte considerevole dei finanziamenti. Per Nino Oliveri, consigliere delegato a viabilità e trasporti (ovvero quello che ha preso il posto di Vassallo, quello del suo predecessore «Ho sollecitato il Comune di Genova perché adeguasse la sua posizione. Ci sono anche ritardi nei versamenti di altri Comuni, di importi però molto minori e non certo rilevanti come quello del Comune di Genova, e sono sicuro che il sindaco Doria si farà carico del problema».

Edoardo Meoli

http://www.ilsecoloxix.it (14/03/2017)

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Marzo 2017 15:11
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information