Ottone, il polo socio-sanitario sorgerà in un'ala dell'edificio scolastico PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Ottone
Scritto da La Trebbia   
Giovedì 07 Giugno 2018 00:00

Ottone

A Ottone la scuola di via Roma lascerà spazio a un polo sociosanitario, dove troveranno "casa" la sede della croce rossa, fino ad oggi ospitata dalla parrocchia, il centro prelievi e altri locali pensati per il servizio assistenziale al cittadino.
Il bando di gara per l'affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria dell'edificio comunale si è chiuso venerdì 24 maggio: «Sono arrivate alcune proposte, che abbiamo inoltrato alla centrale unica di committenza», ha spiegato il sindaco di Ottone Federico Beccia. «Nei giorni scorsi, gli interessati hanno effettuato un sopralluogo per valutare il progetto».
La scuola di Ottone dove nell'ala sud nascerà il polo sanitario Il valore dell'opera è di più di 400mila euro. La durata prevista dei lavori, 210 giorni dalla data del verbale di consegna dei lavori.
Nel bando è stato precisato che "Si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purché ritenuta valida e congrua". «Il nostro obiettivo è quello di aprire il cantiere entro luglio», continua il sindaco Beccia. Il progetto attinge ai finanziamenti stanziati dalla Regione per il rafforzamento delle strutture socio-assistenziali. Di questi fondi, nel Piacentino si erano aggiudicati 620mila euro i comuni di Ottone, per il centro socio-assistenziale e sanitario, e di Cerignale, per l'adeguamento di parte del municipio dove attivare ambulatorio medico, punto prelievi, ambulatorio infermieristico, sportello sociale e servizio sociale professionale territoriale. Nella struttura che sta per nascere a Ottone saranno trasferiti anche i nove posti letto per anziani della "Leopoldo Castelli". La storica struttura, invece, avrà nuova vocazione, come centro turistico o aggregativo. A Ottone, come si legge nella relazione che era stata allegata al progetto inoltrato in Regione per il finanziamento, gli over 65enni sono 78 su 516 abitanti; gli over 75enni sono ancora più numerosi: 168. Gli utenti in carico ai servizi sociali sono 44, in un paese che si estende per un centinaio di chilometri quadrati.

(Articolo tratto dal N° 20 del 07/06/2018 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information