Un violinista, un ingegnere e un esperto di marketing riaprono l’ostello di Coli PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Coli
Scritto da Corrado Todeschi   
Mercoledì 27 Marzo 2019 14:05

Ostello di Coli

Un violinista, un ingegnere e un esperto in marketing con la passione per la produzione di birra artigianale. Questo è il terzetto, che più singolare non si potrebbe immaginare, che ha scelto di “rischiare” e di ridare vita a un pezzetto della comunità di Coli fornendo impulso nuovo alle possibilità ricettive e turistiche di un paese della nostra montagna. Gianandrea Guerra, Marco Seminari e Arturo Banti: sono loro a comporre il motore trainante dell’associazione culturale composta anche dalle rispettive compagne e da altri amici che, dal prossimo primo aprile, ridarà nuova vita all’ostello di Coli.
Quaranta posti letto “Ostellone” è la semplice ma diretta denominazione che campeggia nel logo scelto dal gruppetto di vulcanici quarantenni per rilanciare una struttura che può contare su quaranta posti letto, una localizzazione invidiabile al confine tra la Valtrebbia e la Valperino e, soprattutto, impianti sportivi e ludici da far invidia a luoghi ben più reclamizzati e soprattutto valorizzati. «È un’autentica scommessa, ma nella quale crediamo fortemente - ha spiegato Guerra, musicista piacentino che può vantare collaborazioni con le più prestigiose orchestre classiche del panorama internazionale -. Il poten ziale dell’ostello è molto importante e abbiamo elaborato un progetto che, nei prossimi diciotto mesi, prevederà un rilancio della struttura attraverso la collaborazione con le istituzioni locali, i soggetti economici e ovviamente tutti gli abitanti che vorranno prender parte alle nostre iniziative. Perché vogliamo diventare parte integrante del paese e non un corpo estraneo». Ideale per ritiri sportivi L’ostello può contare, tra le altre peculiarità, sulla presenza di un campo da calcio e di un altro campo per il rugby, oltre a spazi per il gioco delle bocce e ad una piscina comunale. «È chiaro che la location e gli impianti sono l’ideale per i ritiri estivi delle società sportive e, in effetti, contiamo già su alcune richieste - ha detto Guerra - ma stiamo elaborando un progetto legato non solo allo sport e al tempo libero, ma anche alla cultura, alla musica e allo street food». Concerti durante l’estate La musica fa capolino più volte nel corso della chiacchierata con il violinista che spiega come si stia pensando ad alcuni concerti estivi in paese, a collaborazioni con gruppi piacentini (Cani della Biscia in primis) ma anche ad eventi legati alla riscoperta della natura incontaminata del circondario. Per giovani e famiglie «Esistono parchi avventura conosciutissimi dalle nostre parti, al di fuori della provincia, che non contano di certo sulla bellezza dei luoghi della nostra Valtrebbia: famiglie e giovani piacentini potrebbero trovare a pochi chilometri dalla città un vero tesoro del quale probabilmente qualcuno ignora addirittura l’esistenza». La valorizzazione della via degli Abati è un ulteriore nodo cruciale del progetto di rilancio dell’ostello che sarà meta ideale per pellegrini o semplici “passeggiatori solitari” in cerca di un pizzico di spiritualità. Porte aperte dal 1° aprile «Qualcuno ci ha preso per pazzi e probabilmente serve anche una buona dose di coraggio per avventurarsi in questa impresa - ha detto il presidente Seminari-: concetti di marketing territoriale, di valorizzazione della montagna e delle nostre terre splendide rimangono troppo spesso solo in astratto ed è per questo che considero veri pazzi soltanto coloro che rinunciano a conoscere fino in fondo ciò che le nostre vallate hanno da offrire. L’aspetto economico? Può essere un rischio, ma lo corriamo volentieri ». L’apertura avverrà dal primo aprile prossimo, mentre l’inaugurazione ufficiale si terrà il 7 in una giornata ricca di sorprese.

Corrado Todeschi

 (Articolo tratto dal N° 12 del 28/05/2019 del settimanale “La Trebbia”)


 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information