Sette frazioni vogliono lasciare Bettola e chiedono di passare al comune di Coli PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Coli
Scritto da Elisa Malacalza   
Giovedì 25 Ottobre 2018 00:00
Villanova di Bettola

Loro stessi si domandano perché non ci abbiano pensato prima. «La verità è che a tutti noi è sempre sembrato un controsenso, ma era così da sempre e ci sono state altre priorità, ovviamente. Di fatto, ora ci siamo detti “Perché no?” E abbiamo iniziato a raccogliere firme tra i residenti». Renzo Sartori è stato tra i primi a firmare, proponendo anche ad altri di allargare il cerchio del consenso, quello che, secondo i promotori, segue la linea del «buon senso geografico». Nella proposta, si chiede che le frazioni e località di Villanova chiesa, Sgarini, Biasini, Costa Rodi, Scagliotti, Mulino Mazza e Molino Finone passino da Bettola a Coli, in quanto vicinissime a Perino. Ed è facile intuire che Bettola, con la competenza di ben 53 frazioni sulle spalle di cui molte in territorio dove il dissesto idrogeologico erode strade e risorse, potrebbe accogliere favorevolmente l’iniziativa, già predisposta in un documento ufficiale.
Il parere degli abitanti «Vogliamo conoscere il parere di tutti i cittadini, ma al momento stando a quanto abbiamo sentito siamo concordi nel chiedere il passaggio di competenza al comune di Coli», precisa Sartori. «Ci sembra semplicemente una scelta naturale, nulla da recriminare a Bettola. Sono questioni logiche e geografiche. I bambini delle nostre frazioni vanno a scuola a Perino. Il pullmino per anziani che passa ad Aglio (comune di Coli) quando arriva a Villanova (Bettola) nonsi oppone al dare un servizio anche alla nostra gente, per questione di sensibilità. Gravitiamo su Perino, non su Bettola, ecco tutto. Al Comune di Bettola ci rivolgiamo solo per questioni burocratiche.
Per noi non ha più senso, vogliamo far parte della comunità dove risediamo non solo dal punto di vista anagrafico, ma anche sociale». «Pronti alla richiesta» Ora che succederà? «Stiamo raccogliendo le firme e intanto abbiamo formalizzato la richiesta in un documento», conclude Sartori. «Chiediamo che la volontà popolare, di noi cittadini, possa essere sufficiente per “sanare” questa situazione, considerato anche il fatto che rapidamente possiamo raggiungere il centro abitato di Perino, per la spesa o altre attività, mentre la strada per Bettola è decisamente più lunga e difficile».

Elisa Malacalza

(Articolo tratto dal N° 34 del 25/10/2018 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information