Dopo la pandemìa riaperto il cinema a Bobbio, quest’anno compie 110 anni PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Bobbio
Scritto da Elisa Malacalza   
Giovedì 23 Luglio 2020 05:50

Cinema Le Grazie Tutti zitti in sala, pop corn  pronti. Si è accesa ancora la magia al cinema  "Le Grazie" di Bobbio, venerdì 17, giorno che in barba alla scaramanzia ha segnato la ripartenza dell'unico cinema di montagna tra Piacenza e Genova, rimasto chiuso per mesi causa emergenza legata all'epidemia
Si è ripartito con 'Gli anni più belli' e il titolo sembra un augurio azzeccato per una sala cinematograflca che, grazie ai miracoli dei gestori Cosetta D'Isola e Stefano Bernardi, può spegnere 110 anni di vita pur in un contesto di profonda crisi generale del settore e in particolare dei piccoli cinema nei territori decentrati. Cosetta e Stefano ce la fanno ancora, inventandosi di tutto - il cinema ha ospitato anche un raduno di carlini ed è aperto agli animali - pur di far sopravvivere l'attività che avevano rilevato ormai dieci anni fa. Il cinema in estate infetti, oltre a restare aperto a Bobbio, mette pure le "gambe" e alcune pellicole vengono portate ormai da tradizione a Rivergaro, ad esempio, o in piscina a Perino (si possono trovare tutte le informazioni e i dettagli sulla programmazione sul sito Internet del cinema o sulle pagine social).
Il risultato di riaprire dopo il Covid non era scontato: alle ore 21.15 di venerdì, invece, Cosetta e Stefano erano ancora una volta al loro posto nel cinema per portarne avanti la tradizione.
«Quest'anno sono 110 anni di vita per il cinema di Bobbio, noi lo festeggiamo cosi, riaccendendo la sua luce», è stato detto dai gestori che ormai anni fa abbandonarono Milano per scommettere con il loro patentino da cineproiezionisti sull'Alta Valtrebbia. Il cinema era nato la notte del 31 dicembre del 1910. Era un modo per "ricreare istruendosi". Il signor Liebeschind Luigi, di Berlino, mirabilmente coadiuvato dalla sua signora.." recitavano le cronache del tempo, incantate dalla macchina delle meraviglie. La storia è andata avanti. Alti e bassi, difficoltà, a volte anche lo sconforto, quando al cinema non entra nessuno in inverno. Ma 110 anni dopo, il cinema non l'ha fermato neanche il Covid.

Elisa Malacalza (Articolo pubblicato su Libertà)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information