L’idea di un gemellaggio con il Palazzolo Acreide lanciata dal presidente de Ra Familia Bubièiza PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Bobbio
Scritto da La Trebbia   
Mercoledì 30 Ottobre 2019 13:29

Bobbio

Dopo la grande vittoria di Bobbio come primo “Borgo dei Borghi” si è creata una polemica con Palazzolo Acreide, il paese siracusano arrivato secondo. La polemica ha assunto toni talvolta esagerati tanto che qualcuno ha pensato di lanciare un gemellaggio tra i due borghi. A rilanciare la proposta, condivisa da like e commenti, è Maurizio Alpegiani, presidente della Ra Familia Bubièiza che nel 2021 festeggerà i suoi primi 40 anni di impegno nel mantenere e diffondere le tradizioni locali. «Lanciamo un nuovo ponte Gobbo che unisca Bobbio a Palazzolo Acreide» è l’appello di amicizia di Alpegiani. «Sono tempi difficili - spiega - nei quali bisogna darsi una mano. Non aiuta nessuno buttarla in politica, arrivare a ipotizzare “conflitti di interesse” in giuria, buttare ombra su un concorso festoso fra borghi. Siamo realtà piccole ma con una grande ricchezza di storia, paesaggio, cultura e sapori. E allora condividiamo questa meraviglia e cogliamo l’occasione di avere Piacenza e Siracusa più vicine attraverso un gemellaggio fra i borghi di Bobbio e Palazzolo Acreide. Si promuovano occasioni di incontro fra le due realtà che sono sotto i riflettori nazionali immaginando la ricaduta positiva sui due borghi. Amici di Siracusa, voi avete il mare, noi la montagna. Costruiamo insieme qualcosa di produttivo - prosegue Alpegiani - teniamoci lontani dalle polemiche e conosciamoci e meglio mettendo in rete le nostre tradizioni, promuovendo scambi culturali con un occhio attento all’enogastronomia». Per Alpegiani questa sarebbe anche una strada vincente per mettere ancora più a valore la conquista del Borgo dei Borghi : «Perché - dice con realismo piacentino - si fa presto a vincere ma anche ad essere buttati giù dalla torre». Ecco allora l’invito a “difendere insieme” le posizioni da podio, con un aiuto reciproco in termini di rilancio e valorizzazione delle rispettive identità. Alpegiani poi si sofferma su Bobbio: «Ci aspetta un cammino di impegno, dobbiamo avere il coraggio di puntare in alto ed essere all’altezza delle aspettative dei turisti. Questo comporterà una riflessione sulla crescita del nostro sistema accoglienza».

(Articolo tratto dal N° 36 del 31/10/2019 del settimanale “La Trebbia”)

 

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information