Inaugurato il Museo della Città nel nome di San Colombano PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Bobbio
Scritto da La Trebbia   
Giovedì 12 Luglio 2018 00:00
Inaugurato il Museo della Città nel nome di San Colombano

Si è inaugurato sabato scorso il nuovo Museo della città nel nome di San Colombano: promosso dal Comune di Bobbio in collaborazione con l'Ufficio beni culturali della diocesi, è situato nei locali dell'ex refettorio dell'Abbazia dedicata al santo irlandese.
Grazie a un finanziamento dell'Istituto dei Beni Culturali della Regione, è stato completamente rinnovato lo spazio museale esistente. Ora si è inaugurata una prima sala che propone un percorso dedicato alla storia della città dall'epoca romana ai nostri giorni.
Entrando si è accolti da un video a cura di Gionata Xerra sulla storia della città; una seconda sezione è formata da pannelli che contengono riproduzioni di materiale storico, il tutto con un allestimento innovativo. È presente anche un touch screen di Marco Stucchi sul mosaico del pavimento dell'antica abbazia romanica di San Colombano, dedicato ai mesi e alla battaglia dei Maccabei.

La cerimonia di inaugurazione

La cerimonia di inaugurazione si è aperta con i saluti del sindaco Roberto Pasquali e del presidente della Regione Stefano Bonaccini; è seguita la conversazione sul tema "Bobbio culla d'Europa, il viaggio di Colombano ieri e oggi" tra il critico d'arte Philippe Daverio e il vescovo mons. Gianni Ambrosio; moderatore Giangiacomo Schiavi, editorialista del Corriere della Sera.

L'intervento del Vescovo

Il vescovo, sul palco con l'editorialista Schiavi e lo stesso Daverio, è andato anche oltre ai confini, ricordando cosa sia l'Europa, sul modello di Colombano: «Non vedo potenti in Europa. Vedo persone scoraggiate, un po' tristi. Tutti hanno bisogno di ritrovare speranza nel cuore. Noi siamo tutti italiani, siamo tutti europei. Basta col chiedersi se siamo o non siamo in Europa. Questa terra ha tesori grandissimi».

Philippe Daverio: il vino di Bobbio a Merkel e a Macron

Il vino è l'arma diplomatica che apre le porte e riunisce il senso europeo, secondo Daverio, che sul quotidiano Libertà aveva lanciato la proposta di inviare cassette di "nettare" doc a Merkel, Macron. Il sindaco Pasquali ha detto che, sì, certo, sarà fatto. E il vino è già pronto per partire. «Va scritta una costituzione della comunità europea, che vada oltre la faccenda dell'economia», ha solleticato Daverio. «Se la Repubblica italiana è fondata sul lavoro, allora la comunità europea può essere fondata sul... vino».

Giangiacomo Schiavi: «Uno degli ultimi desideri del cardinal Martini: visitare la tomba di san Colombano»

Giangiacomo Schiavi, nel ricevere a sorpresa la Cittadinanza onoraria di Bobbio, insieme a Philippe Daverio, ha detto: «Dobbiamo rimetterci in marcia, per dare quel messaggio di fratellanza, pace, umanità che fu di San Colombano. Abbiamo bisogno di un "turismo umanitario", di educazione e attenzione nei confronti degli altri». Schiavi prosegue ricordando il cardinale Martini. «Parlando con lui, quando ormai la malattia lo stava consumando, venne fuori il nome di Bobbio. Alzò le mani al cielo, ricordando la grandezza di Colombano. Il suo desiderio, fino all'ultimo, è stato quello di pregare sulla tomba del santo, qui, a Bobbio. Purtroppo non è stato possibile realizzare il desiderio, per le condizioni di salute del cardinale, un altro evangelizzatore moderno».

Il presidente della Regione Bonaccini: «Costruire istituzioni comuni»

Bonaccini, anche lui al vertice di Bobbio diventato vertice d'Europa (di quella che vorremmo), concorda: «L'Europa così com'è oggi va cambiata. Ma se la mia generazione e quelle successive non hanno conosciuto gli orrori della guerra lo dobbiamo all'Europa. Serve costruire istituzioni comuni. Ma chi non conosce il passato rischia di rivivere le sue pagine peggiori».
L'incontro è stato accompagnato dall'intermezzo musicale di Maddalena Scagnelli che ha evidenziato il rapporto tra la musica sacra dei monaci e quella popolare dei nostri Appennini.

(Articolo tratto dal N° 25 del 12/07/2018 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information