Lascio tutto e vado in campagna (a Garaventa) PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Torriglia
Scritto da Il Secolo XIX   
Giovedì 16 Giugno 2016 00:00

Antonella Matà e Riccardo Repetto Lasciare tutto e andare a vivere in campagna. Un’idea che nella vita prima o poi viene a tutti. Antonella Matà e Riccardo Repetto, coetanei quarantenni, coppia nella vita e oggi anche nel lavoro, sono passati dai buoni propositi alla loro realizzazione. Lui titolare di un’agenzia immobiliare, lei dipendente di una società di import-export, due anni fa hanno saltato amici, parenti e una sfilza di scettici per trasferirsi da Genova a Garaventa, frazioncina di Torriglia, in zona Brugneto.
Hanno prima messo su un orto, poi, qualche giorno fa, hanno anche inaugurato un bed and breakfast chiamandolo “A due passi dal Lago”. «Siamo felici e dopo due anni convinti che abbiamo fatto la scelta giusta. Di tornare indietro proprio non se ne parla. Anzi vogliamo continuare a vivere qui e a creare sempre qualcosa di nuovo» - spiegano i due quarantenni che sono diventati la pubblicità vivente di quel “ritorno alla terra” auspicato un po’ da tutti e non sempre realizzato.
Con la loro presenza hanno rimesso in moto una piccola economia locale: «Guadagnando moltissimo sul piano della qualità della vita. Certo non tutto è facile e non è che qui si vive in un clima idilliaco. Si fatica a spaccare la legna, pitturare le facciate, andare a fare la spesa. Ma alla sera siamo sempre contenti e lo stress, quello che ti ammazza in città, è un lontano ricordo. E’ vero che si rinuncia a qualcosa come comodità, ma quello che si guadagna a livello personale vale molto ma molto di più».
Per quanto riguarda il B&B, si propone di far vivere ai nostri ospiti quelle atmosfere e quei profumi antichi che solo la campagna può regalare. La struttura si trova sulla strada che collega Torriglia con Rondanina. Dal paese è possibile avere un'ampia vista sul lago del Brugneto e sulle località che sono nate sulle sue sponde: completamente immersa nel verde è ideale per chi è amante della natura a 360 gradi: una base per escursioni sull’Antola, all’altezza del Lago del Brugneto e i boschi della zona.
Tre le camere, chiamate con nomi di fiori: giglio, narciso e primula. Da segnalare che Antonella e Riccardo non son gli unici a credere nell’entroterra. Di qualche giorno fa l’inaugurazione del Parco Braia, in comune di Crocefieschi: un’area ludica e ricettiva di proprietà del Comune e gestita da alcuni amici, che credono nella campagna come fonte di lavoro. «Sono tutti molto coraggiosi – dice Daniela Segale, presidente del Parco dell’Antola – e all’inizio non è facile; la la qualità ella vita ne riceve un guadagno. Io vivo a Torriglia e non verrei mai a vivere in città; per questo capisco quelli che fanno il percorso inverso».

Edoardo Meoli

http://www.ilsecoloxix.it (16/06/2016)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information