Autovelox: lettera aperta al Sindaco di Torriglia PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Torriglia
Scritto da Franca Oberti   
Giovedì 06 Novembre 2014 00:00

Autovelox Calco, 6/11/2014


Al Sindaco del Comune di Torriglia
All’Ufficio di Polizia Municipale
Al presidente del Parco Antola

Egr. Sig. Sindaco,
da 62 anni percorro la Statale 45, per trent’anni da Genova e ora da Piacenza.
Transitavo in ogni piccolo paese, da Traso a Bargagli, dal passo della Scoffera all’interno di Torriglia, dove il passaggio era una gimkana data dai tanti parcheggi disinvolti. Mi fermavo con mio padre nel bar della piazza a prendere il caffè e compravamo i canestrelli quando ancora nessuno li conosceva (vedasi il racconto “Statale 45” all’interno del mio libro GENOVESITUDINE, Ed. Pontegobbo, 2010).
Rispetto da sempre ogni regola di viabilità, ma spesso mi trovo ad essere in pericolo di vita coi tanti motociclisti folli che ormai spadroneggiano nella nostra Statale 45.
Ho casa a Cortebrugnatella, paese natale di mia madre e da due anni, grazie all’invito di un amico che organizza, offro gratuitamente le mie competenze per il buon svolgimento del “Millerbe” che, mi pare, abbia già avuto dei buoni risultati per l’economia locale.
Partecipo anche al “Mandillo di semi” e conosco molto bene tante persone che ruotano nel panorama torrigliese e offrono le loro professionalità per il bene del vs. comune. Inoltre ricevo sempre notizie sulle tante manifestazioni e le diffondo tramite il mio profilo FB. Alcuni amici genovesi mi ringraziano perché altrimenti non le avrebbero ricevute.
Tutto questo per dire che solo nel comune di Torriglia succedono fatti incresciosi come quello che è capitato a me. Guido da più di 40 anni e ho preso solo due multe per divieto di parcheggio, parecchi anni fa. La mia sorpresa nel ricevere la multa per “eccesso” di velocità è stata grande. Mi sentivo presa in giro, non potevo crederci e ancora di più mi ha offesa la decurtazione di 3 punti dalla patente, data dalla mia premura, quel giorno di trovare in fretta una toilette per problemi urgenti. Stupita e delusa, ho chiesto ad amici e conoscenti e ho saputo che le “furbizie” di questo tipo, da parte del vs. comune, sono una regola, perciò ho deciso di scrivere questa lettera, per fare le mie rimostranze a tanta insensibilità nei confronti del cittadino comune. I sistemi che questo Stato, che sta collassando, vi permette di adottare, sono, ancora una volta, la riprova che siamo “alla canna del gas”, anche con l’etica e la tolleranza. 10 km di differenza non erano un motivo valido per una simile “punizione”, considerando che per raggiungere Torriglia ho rischiato la vita più di una volta, sentendomi sorpassare in curva a velocità supersoniche, oppure trovando automobilisti che riducono la velocità a 20 km all’ora per fare una curva.
Non mi pare che il sistema che avete adottato vi stia fruttando grandi consensi in termini umani. Sicuramente le casse del comune saranno ben rimpinzate e potrete effettuare quegli interventi che vi sembrano indispensabili.
Sono finiti i tempi in cui il rapporto tra amministrazioni locali e cittadino comune erano armoniose e aiutavano entrambi, uno a capire i bisogni della gente, l’altro ad accettare le regole quando si dimostravano corrette.
Un tempo il vigile ti fermava e ti diceva: “guardi che ha superato il limite”, se non c’erano le condizioni per altre effrazioni, lasciava andare e di sicuro, l’automobilista rimproverato, prendeva le sue precauzioni. Ora l’automazione ha sostituito il cuore e questi sono i risultati.
Oggi pagherò la vostra salata multa per un bisogno funzionale, spero che mettiate qualche toilette in più, magari con monete per entrare, come hanno fatto nel comune di Bobbio, almeno mi costerà molto meno fare una semplice “pipì”.
Di sicuro rinuncerò a partecipare “gratuitamente” per il buon nome di Torriglia, anche se mi dispiace perché gli organizzatori non sono direttamente responsabili dell’insensibilità di questa amministrazione.
Grazie per avermi offerto la possibilità di far conoscere a tutti quanto il comune di Torriglia abbia a cuore il turismo e lo sviluppo culturale del proprio luogo.

Distinti saluti

Franca Oberti
Via San Colombano 4
23885 Calco (LC)


 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information