Statale 45 chiusa ai tir, Barbieri ad Anas: «Il territorio non è stato coinvolto» PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Statale 45
Scritto da www.ilpiacenza.it   
Lunedì 04 Febbraio 2019 00:00

Tir La strada statale n. 45 “Valtrebbia” dal 30 gennaio è chiusa al transito per i mezzi con più di 44 tonnellate (ma dal chilometro 75 non si può superare il limite delle venti tonnellate) fino a data da destinarsi. È l’effetto un’ordinanza di Anas comunica nelle ore scorse, con pochissimo preavviso, soltanto ai sindaci del comuni della Valtrebbia interessati dalla lunga arteria. L’ordinanza riguarda tutta la strada di competenza Anas, da La Verza fino la confine genovese. Tutto questo per consentire lavori urgenti su una strada molto ammalorata. Il presidente della Provincia Patrizia Barbieri ha poi scritto all’ingegnere Mario Liberatore di Anas, stupita della decisione. Inoltre da lunedì 4 febbraio al 2 marzo saranno in vigore i sensi unici alternati regolati da semaforo tra il km 90,580 e il km 90,640 e tra il km 90,900 e il km 91,230, nel territorio comunale di Bobbio. Il provvedimento si rende necessario per consentire gli interventi su un viadotto nell’ambito dei lavori di manutenzione delle opere della statale. «Apprendo dall’ordinanza – è la lettera di Barbieri - che sono state introdotte significative limitazioni alla circolazione stradale a decorrere dalle ore 15 del 30 gennaio sulla strada statale n. 45. La Strada statale 45 non è di competenza della Provincia di Piacenza ma, trattandosi di un’arteria fondamentale e strategica per la vallata e tutto il nostro territorio, ritengo fosse necessario mettere in campo tutte le sinergie e le preventive azioni di comunicazione per minimizzare i disagi e gestire le emergenze. Trovo inaccettabile la modalità di gestione adottata che non considera minimamente chi quotidianamente vive il territorio. Trovo, altresì, immotivata un’estensione così ampia della limitazione, che parte da La Verza e arriva fino al confine provinciale, in quanto non supportata da ragioni tecniche rispetto ai possibili problemi rilevati o interventi programmati. Inoltre, non fornisce indicazioni precise circa la durata della limitazione posta in essere. Pur nella consapevolezza dell’importanza delle azioni di sorveglianza e di intervento per garantire le risposte attese da anni, nonché la sicurezza della circolazione dei cittadini, trovo grave e non corretto dal punto di vista istituzionale, il mancato coinvolgimento della Provincia e dei Comuni territorialmente interessati. La misura adottata da Anas incide significativamente sull’economia di una vallata, mettendo a rischio le attività di tante aziende e i lavoratori con le loro famiglie. Non si possono non segnalare inoltre, le necessarie misure che un Ente come la Provincia deve a sua volta assumere in termini sia di impatto sulla viabilità provinciale, sia riguardo la necessaria segnaletica che dovrà essere collocata sulla medesima rete stradale. Chiedo quindi, formalmente e urgentemente l’immediata istituzione di un tavolo di concertazione per un confronto atto ad individuare le possibili soluzioni ai problemi sopra rappresentati. Chiedo altresì di essere puntualmente e preventivamente informata su ogni azione che possa incidere sul territorio. Certa che comprenderete le ragioni sopraesposte, si resta a disposizione per una fattiva collaborazione».

http://www.ilpiacenza.it (01/02/19)

«Divieto ai camion sulla 45? Scritto senza sapere quello che si faceva. Così montagna in ginocchio»
 
L’ordinanza che vieta il transito sulla Statale 45 ai camion oltre le 44 tonnellate va assolutamente rivista. Così si fa il male delle aziende e della montagna piacentina. E' unanime la posizione dei sindaci della Valtrebbia, insieme al presidente della Provincia Patrizia Barbieri, contro il provvedimento entrato in vigore quasi in sordina lo scorso 30 gennaio, e che Anas ha disposto - nel tratto fra La Verza e Bobbio - per una serie di lavori urgenti e problemi strutturali di alcuni tratti della strada, evidenziati da recenti valutazioni tecniche. In prefettura, la mattina del 4 febbraio, c'è stato un incontro con tutte le istituzioni: i sindaci hanno portato a casa un risultato importante, l'avvio di un tavolo tecnico, già da mercoledì 6 febbraio, per rimodulare alcune applicazioni di questo divieto.
«Abbiamo chiesto di entrare nel dettaglio delle progettazioni - spiega Patrizia Barbieri - Ovviamente la sicurezza della strada è il bene primario da salvaguardare,  ma c'è anche una montagna da rispettare. Abbiamo fatto presente, come Provincia, che ci sono questioni viabilistiche e di interconnessione, e che non si può prescindere da una collaborazione e da una riflessione congiunta sul problema. Abbiamo attività da salvaguardare in Valtrebbia. Il tavolo tecnico servirà, ci auguriamo, a rendere più sostenibile la limitazione per le nostre attività, e per circoscrivere le zone: il provvedimento va attuato là dove si interviene, non ha senso applicarlo da La Verza a Rivergaro dove non ci risulta vi sia alcun problema di staticità».
«La limitazione per le 44 tonnellate da La Verza a Bobbio mi dà l'impressione che sia stata fatta senza riflettere su quello che stavano scrivendo» sottolinea Roberto Pasquali, sindaco di Bobbio: «Perché così blocchiamo l'attività di tutta la montagna. Idem quella delle venti tonnellate nel tratto Bobbio Ponte Lenzino: bisogna trovare soluzioni perché le nostre aziende abbiano comunque la possibilità di lavorare. Le betoniere e i mezzi d'opera che vanno alla Cementi Rossi come faranno? Ci sono aziende che lavorano, non mettiamole in ginocchio».
«Anche in questo caso la montagna è rimasta all'ultimo posto, e questo spiace» commenta Ludovico Albasi, sindaco di Travo.
Anche Pietro Martini, assessore di Rivergaro, punta il dito soprattutto sul tratto fra La Verza e Rivergaro: «Qui non ci sono problemi strutturali, solo il viadotto di Niviano che è in ottima salute. Abbiamo invece, ad esempio, il problema del trasporto di cereali della ditta Michelotti e la Cementi Rossi. Se bloccano la 45 saranno tutti costretti a deviare su Grazzano Visconti».

http://www.ilpiacenza.it (04/02/19)

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Febbraio 2019 06:23
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information