Statale 45: "Insistere, insistere, insistere" PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Statale 45
Scritto da Raffaele Raffo   
Giovedì 13 Giugno 2013 00:00

Statale 45

Ormai è di dominio pubblico la consapevolezza che il percorso più impervio e pericoloso della SS 45 è quello compreso tra S. Salvatore e Valsigiara.
Purtroppo la mia voce finalizzata al miglioramento della strada finora è rimasta vox clamantis in deserto.
Rivolgendomi alle forze politiche, agli amministratori della Val Trebbia e a quelli della Provincia, mi permetto di dire che la loro parola d'ordine in merito a un argomento così sentito dalla popolazione di Val Trebbia dovrebbe essere: "Insistere, insistere, insistere".
Non dimentichiamoci che il tratto di cui sopra fa parte integrante della 45, e che per completare la sua definizione di strada stretta, tortuosa e lenta bisogna aggiungere l'aggettivo pericolosa.
Riferendomi al movimento franoso verificatosi in località Curiasca, per mettere in sicurezza una volta per tutte l'intero segmento viario che attraversa il Rio Curiasca e quello attiguo, potrebbe essere buona cosa cogliere l'occasione della frana per sorvolare i due rii con un unico curvone su viadotto, letteralmente staccato dai costoni della montagna; ne risulterebbe così una porzione di strada scorrevole e sicura.
Si tratta poi di capire come mai la curva del Castelletto sia rimasta pressoché intatta dopo lo stillicidio di lutti causati; non sarebbe il caso di sostituirla con un passaggio in galleria? Ritenere di mettere in sicurezza la strada con semplici ritocchi e rattoppi è pura utopia.
Vista da fuori, ma anche da vicino, l'alta Val Trebbia appare come uno scrigno naturalistico, un tesoro nascosto, abbandonato a se stesso e, di questo passo, destinato a tradursi in habitat di lupi e cinghiali, con boschi ed aree verdi ridotti a una giungla impenetrabile.
L'alta valle non può ridursi così, all'abbandono, con la sua aria salubre, con le sue acque limpide, con i suoi spazi verdi. Per rendere tutto questo ben di Dio in un parterre ameno e ridente occorre come primo passo favorire la sua accessibilità, svecchiando la vetusta strada di Val Trebbia. Intanto, perché non si prospetta al Compartimento Anas di Bologna il progetto Valsigiara-Marsaglia, giacente a Bobbio in Comunità Montana, a suo tempo caldeggiato dal compartimento Anas di Genova?
Le motivazioni per la realizzazione dell'ammodernamento della strada sono molteplici, la corsa più breve tra il passo del Brennero e il porto di Genova passa lungo la Val Trebbia.
La 45 collega due Regioni, due Province, due città e, infine unisce in linea retta parte della Val Padana con la riviera ligure di   levante.   Di  fronte  a tutte queste opportunità si stenta a credere che la 45 sia rimasta la Cenerentola delle strade statali. L'eventuale accorpamento dei Comuni dell'alta Val Trebbia dovrebbe essere un motivo in più per rinnovare quanto prima il tratto in questione.
Mentre sto per finire il presente articolo, leggo sul giornale "La Trebbia" che il compartimento ANAS dell'Emilia Romagna ha stanziato vari milioni permettere in sicurezza la SS45. Ma siamo alle solite, non si parla affatto di vero e proprio ammodernamento, si rimane in continuazione nell'ambito dell'ordinaria e straordinaria manutenzione, per la verità interventi necessari e addirittura obbligati, però rimane invariato il tracciato attuale. Di questo passo la 45 e soprattutto il tratto più tortuoso non cambierà di una virgola.
Un abito vecchio necessita di continue ricuciture, che alla lunga costano più di un vestito nuovo.
I finanziamenti destinati agli interventi di messa in sicurezza a mio avviso sono una vittoria di Pirro.
Non possiamo certo intonare un peana di soddisfazione, perché con l'attuale percorso la Val Trebbia rimarrà in perpetuo zona depressa.
In ultima analisi ricordo che gli investimenti in opere pubbliche contribuiscono a superare la crisi.

Raffaele Raffo

(Articolo tratto dal N° 23 del 13/06/2013 del settimanale “La Trebbia”)

Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Giugno 2013 16:47
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information