Rivergaro-Bobbio: la Statale 45 a "gradini” PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Statale 45
Scritto da Cristian Brusamonti   
Giovedì 25 Aprile 2013 00:00

Gradini sulla SS45

Avanza senza sosta la terribile frana di Rondanera ma - per il momento - la situazione è sotto controllo: sembra scongiurato il pericolo che la frana vada a coinvolgere le abitazioni, anche se continua la sua discesa alla stessa velocità di lunedì, tra i 4 e i 5 metri all'ora.
Sono arrivati in comune a Travo i responsabili della Regione per fare il punto sulla situazione del dissesto idrogeologico. Il geologo Lanfranco Zanolini del servizio tecnico di Bacino si è recato con l'ingegnere Daniele Perazzi sui luoghi delle frane e specialmente su quella di Rondanera accompagnati dal sindaco Lodovico Albasi e dall'assessore Luigi Mazzocchi. I tecnici, nonostante il fronte della frana e il suo continuo movimento, hanno però tranquillizzato cittadini e amministratori: sembra che il gigantesco ammasso di fango sia destinato a rallentare la sua cosa verso valle e che la sua traiettoria non metta in perìcolo le abitazioni del paese. Rimane invece a rischio l'azienda agricola che si trova appena al di sotto del paese, sempre che la frana non si arresti prima di raggiungere la stalla con gli animali.
«Aspettiamo di capire quali saranno gli interventi che dovremo fare per ripristinare i dissesti» dice il sindaco Albasi. «So che l'assessore Paola Gazzolo è stata informata della situazione ma l'invitiamo a venire a vedere con i suoi occhi quello che sta succedendo: non è possibile che ci tocchi chiudere una strada al giorno». Ma adesso non è ancora tempo di agire: le frane sono ancora tutte in movimento e - data la quantità di acqua caduta e immagazzinata nel terreno - è verosimile che i movimenti possano continuare ancora per una decina di giorni, anche in assenza di precipitazioni. Gli operai del comune rimangono attivi sul nuovo fronte di Rondanera per monitorare la "colata" di fango e limitare i danni.
La situazione non migliora neppure sulle frane già esistenti, sono state visionate durante un sopralluogo con l'assessore Mazzocchi e il geometra Tullio Mela del Servizio Tecnico di Bacino. Così, altre due strade sono state chiuse al traffico. Con un'ordinanza di ieri pomeriggio il sindaco ha disposto la chiusura della strada che collega Due Bandiere, Pillori e Spinello: il percorso è completamente ceduto e risulta intransitabile e pericoloso. Sulla strada di Viserano, nella frazione di Zanrè, a nulla sono valsi i tentativi quotidiani di un agricoltore volenteroso di mantenere percorribile la via con i propri mezzi agricoli.
Continua a preoccupare la situazione della Statale 45 nel tratto tra Rivergaro e Bobbio, dove negli ultimi giorni si sono formati vistosi cedimenti del manto stradale con crepe spesse anche alcuni centimetri e piccoli pericolosi "scalini" causati dal progressivo cedimento del piano stradale verso il Trebbia. Particolarmente dissestata la zona di Fabbiano, Quadrelli e all'altezza di Montechiaro, dove negli ultimi giorni -a causa delle incessanti infiltrazioni d'acqua nelle crepe già esistenti - si sono creati delle piccole ma pericolose trappole specialmente per i motociclisti che, con il previsto arrivo di bel tempo e di temperature decisamente miti, torneranno a percorrere la Statale. Ma lungo il tratto - segnalano alcuni residenti - mancano cartelli di segnalazione del pericolo.

Cristian Brusamonti

(Articolo tratto dal N° 16 del 25/04/2013 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information