La frana mangia la Statale 45 PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Statale 45
Scritto da Elisa Malacalza   
Giovedì 11 Aprile 2013 00:00

Frana a Marsaglia

L'esito del sopralluogo della squadra di rocciatori da Belluno, arrivati a Marsaglia, parla chiaro. Si deve intervenire il prima possibile per ripristinare la viabilità lungo la statale di Valtrebbia, perché il muro che reggeva la strada, a strapiombo sul Trebbia, è in parte crollato e la frana sta "svuotando" il terreno sotto alla '45.
La strada detta della Curiasca, a Marsaglia, ha riportato i rocciatori nel Piacentino. Esattamente due anni fa, nell'aprile del 2011, la squadra era intervenuta con corde e protezioni per cercare di mettere in sicurezza un altro punto franato, ancora nel territorio di Marsaglia: nella curva del Castelletto, infatti, si era aperta una voragine profonda circa quaranta metri ed era stato necessario attivare un pronto intervento di Anas, del valore di circa duecentomila euro.
Ora, la storia si ripete, ancora una volta in aprile, ancora una volta senza i fondi adeguati per mettere in sicurezza definitivamente il tracciato, tra i più trafficati della vallata in primavera, sia per l'alta vocazione turistica del paesaggio, sia perché punto di passaggio per il collegamento con la Valdaveto e Genova. Marsaglia è un crocevia anche per numerosi mezzi pesanti: in parte, si tratta dei mezzi delle attività locali (quindi camion di legna, ad esempio), ma anche mezzi guidati da autisti stranieri che, impostando il navigatore alla ricerca del tragitto più breve per la Liguria, vengono dirottati sulla statale, anziché sull'autostrada, con conseguenze di perìcolo anche per la loro stessa incolumità, a causa delle curve a gomito che si succedono lungo il percorso e dei tratti mozzafiato a un passo dal fiume.
La statale 45 non è una strada sicura, e questo lo si era capito da tempo, fin da quei consigli comunali degli anni Sessanta che, in vallata, come riportava Libertà al tempo, chiedevano fondi per dare una dignità all'unica arteria che collega Piacenza al mare e che, negli anni, è stata triste scenario di numerosi incidenti -l'ultimo mortale quello dell'imprenditore ligure Fabio Solari, schiacciato da una frana da crollo nell'ottobre del 2010 nei pressi, appunto, di Marsaglia -, di volate fuori strada delle auto alla prima pioggia, di segnalazioni dai cittadini, dalle associazioni sportive, di pesca.
Adesso la statale 45 è diventata nuovamente scenario dell'ennesimo rallentamento del traffico, con l'istituzione del senso unico alternato, attivo da alcuni giorni fa, in un territorio, quello di Marsaglia, dove numerose segnalazioni erano più volte partite dagli stessi cittadini per sollecitare interventi di messa in sicurezza della statale. Qui come all'altezza del ponte di San Salvatore, nel comune di Bobbio.
Non si sa quanto tempo sarà necessario per ripristinare la viabilità; nonostante la pioggia, i cantonieri dell'Anas si sono messi subito al lavoro per cercare di garantire almeno il passaggio in una corsia.

Elisa Malacalza

(Articolo tratto dal N° 14 del 111/04/2013 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information