Nicole Risi, 13 anni, è la baby sindaca di Varzi: «L’ambiente è la priorità» PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Valle Staffora
Scritto da milano.corriere.it   
Domenica 19 Gennaio 2020 00:00

Baby sindaca

Caschetto moro, sguardo intelligente, fascia tricolore d’ordinanza, e dialettica impeccabile negli interventi dai banchi del consiglio comunale: Nicole Risi, 13 anni, è la baby sindaca di Varzi, noto borgo della Valle Staffora, in provincia di Pavia. Eletta a metà dicembre dagli alunni delle classi quarte e quinte delle scuole primarie, e dagli studenti delle scuole medie della cittadina oltrepadana, la giovane porterà all’attenzione del sindaco Giovanni Palli tutte le istanze e le richieste provenienti dal mondo dei ragazzi. Un percorso partecipato e di corresponsabilità per guidare il paese, che vedrà lavorare fianco a fianco la giunta del primo cittadino varzese e la squadra dei 12 piccoli amministratori.
«La condivisione e il coinvolgimento dei ragazzi è fondamentale -spiega il sindaco Palli- Mi ha stupito l’interesse e la preparazione che hanno dimostrato. Ho letto i loro programmi di governo del territorio in cui vivono e che desiderano migliorare, e ho capito che insieme faremo azioni concrete per il nostro borgo». La sindaca Nicole Risi, il vice sindaco Leonardo Rossi, il segretario Cristian Boja, e gli altri nove consiglieri, hanno già inaugurato in veste istituzionale la mostra dedicata a Fausto Coppi, «In Arte Coppi», che dal palazzo di Regione Lombardia ha traslocato nella perla dell’Oltrepò Pavese. «Abbiamo tante idee e un programma vasto di azioni da realizzare -ha spiegato Nicole Risi- Il tema principale attorno al quale ruota gran parte del nostro programma è l’ambiente: i letti e gli argini di fiumi e torrenti vanno puliti, andranno sistemate le strade che collegano le piccole frazioni di montagna; vogliamo eliminare la plastica da scuola, e sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata».
L’idea di un consiglio comunale dei ragazzi è nata ad avvio dell’anno scolastico: l’assessore alla cultura Federica Lazzati, che oltre a dirigere il settore dedicato ad eventi, mostre e rassegne, insegna alle scuole elementari di Varzi, ha lanciato una sfida ai suoi alunni: quella di partecipare attivamente alla vita del paese, formando delle liste ed organizzando delle speciali elezioni, con tanto di linee programmatiche e campagna elettorale. «Hanno grosse potenzialità e dovevano essere coinvolti -commenta l’assessore Lazzati -E’ sorprendente la visione reale e centrata che hanno del territorio. Quando ho proposto la creazione di un consiglio dei ragazzi si sono messi subito a progettare loghi, perlustrare il paese, ad ascoltare i propri compagni per raccogliere richieste e bisogni da presentare in Comune». Nessuna lotta di partito, o sfide politiche fino all’ultimo comizio: i componenti delle due liste che si erano candidate- formate da sei consiglieri delle elementari e sei delle medie- sono stati estratti a sorte, nel segno della sana competizione, evitando qualsiasi voglia di primeggiare. I giovani votanti, muniti di speciale scheda elettorale con validità biennale, sono stati chiamati ad esprimere la propria preferenza su sindaco, vice sindaco e segretario comunale.

Eleonora Lanzetti

https://milano.corriere.it/notizie/ (19/01/2020)

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Marzo 2020 18:57
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information