“Terre di racconti nascosti”: il nuovo documentario sulla Valtidone al Castello di Zavattarello PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Val Tidone
Scritto da www.zavattarello.org   
Lunedì 06 Marzo 2017 00:00

Castello di Zavattarello

L’Associazione “La Valtidone”, sempre attiva nella valorizzazione della nostra valle, è arrivata da noi lo scorso anno con un nuovo progetto. Dopo il documentario “Facta est in arcem” del 2013, il regista Canzio Ferrari è adesso all’opera con la realizzazione di “Terre di racconti nascosti“.
Un nuovo lungometraggio, la cui sola stesura dei testi ha richiesto sette mesi di lavoro, è passata ora alla fase operativa, con diverse giornate di riprese in diverse località della Val Tidone. Poteva mancare Zavattarello con il Castello Dal Verme?
In lavorazione da settembre 2015, questo documentario si propone come una una sorta di viaggio culturale alla ricerca degli aspetti assopiti, celati o addirittura dimenticati del nostro territorio. 
La scelta tematica abbracciata dal regista ha come obiettivo “portare alla ribalta ciò che di più nascosto e meno conosciuto esiste oggi, ma anche argomenti più popolari, noti per la loro sorprendente originalità.”
Ecco che in questo contesto si viene ad inserire il Castello di Zavattarello con la leggenda del fantasma di Pietro Dal Verme.
Accompagnati dal direttore Sara Rossi, profonda conoscitrice di tutto ciò che ha a che vedere con i misteri del castello, le telecamere dell’Associazione “La Valtidone” hanno iniziato le loro riprese a Zavattarello lo scorso 25 febbraio.
Non è la prima volta che il Castello ospita una troupe televisiva, ma gli operatori dell’associazione si sono fatti notare per la loro professionalità e puntualità.
Sono stati condotti nei luoghi più densi di mistero: dalle prigioni, dove nel 2013 fu registrata una voce misteriosa, alla Sala delle Feste, teatro di un curioso episodio durante un concerto del 2011, fino a quella che è divenuta famosa come “stanza del fantasma” o “stanza della sedia”.
Questo è stato solo l’inizio delle attività che coinvolgeranno il castello e i suoi misteri: altre giornate di ripresa sono previste nel corso della primavera.
La presentazione di “Terre di racconti nascosti” è prevista per la primavera 2018, con una prima visione assoluta a Borgonovo, sede dell’associazione, e a seguire in tutti i Comuni coinvolti nel progetto: Agazzano, Gragnano, Zavattarello, Romagnese, Nibbiano, Pianello V.T., Ziano P.no e Sarmato. Il documentario sarà disponibile in dvd, anche in lingua inglese.
Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questo interessante progetto, che ha come finalità principale la valorizzazione e la promozione dei territori della Val Tidone e della Val Luretta attraverso la narrazione di racconti, tradizioni e leggende sconosciute legate a queste due splendide vallate.
E per chi già ora fosse incuriosito dai misteri del castello di Zavattarello, vi consigliamo di approfondirli durante lo speciale Tour del Mistero: nei prossimi giorni saranno disponibili tutte le informazioni per l’edizione primaverile 2017.

http://www.zavattarello.org (06/03/2017) (Fotografia di Sergio Azzaretti)


 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information