Bobbio e la Val Trebbia si attrezzano per l’estate. L’Unione Montana regola l’accesso al fiume Trebbia PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Val Trebbia emiliana
Scritto da Renato Lagomarsino   
Giovedì 28 Maggio 2020 00:00

Bagnanti in Trebbia«La prossima estate venite in Valtrebbia ma usate la testa». L’appello di alcuni dei sindaci della vallata, che forse più di tutte in provincia di Piacenza è sinonimo di turismo, è pressoché unanime. Sono consapevoli del fatto che per tantissime famiglie la vacanza estiva presumibilmente quest’anno sarà un miraggio. Le uniche valvole di sfogo possibili sono le acque della Trebbia, le passeggiate in riva al fiume o i sentieri che consentono di ammirare in tutta libertà le bellezze mozzafiato delle montagne al confine tra Liguria Lombardia e Piemonte. Se la Regione ha dato il via libera agli accessi sulle spiagge della Riviera romagnola, lo stesso fa l’Unione montana Valtrebbia: nei prossimi giorni, un’ordinanza consentirà nuovamente agli amanti del fiume di avvicinarsi e stazionare sulle spiagge per la tintarella. Il sindaco e presidente dell’Unione, Roberto Pasquali, farà di tutto per imporre lo stop a chi non rispetterà le regole. Ogni Comune dell’Unione – da Travo a Ottone – potrà adottare altre misure specifiche più restrittive. «Di sicuro, nessuno se non familiari e congiunti potrà stare in spiaggia a meno di un metro l’uno dall’altro» precisa subito Pasquali, in questi giorni molto preoccupato anche dagli assembramenti incontrollati nei locali pubblici. I primi camperisti a Bobbio sono già arrivati. I campeggi sono aperti, anche se ovviamente fino a contrordine possono accogliere solo turisti dalla provincia o dalla regione. Il mercato è tornato ad essere un mercato “vero e proprio”. Bobbio prova in sostanza a riprendersi la sua normalità. Domenica sono proseguiti i controlli in Trebbia, per garantire il rispetto delle regole: «Iniziamo con un’attività di sensibilizzazione, informativa, e poi passeremo a quella più punitiva se necessario», spiega il sindaco Pasquali, che come presidente dell’Unione montana firmerà a breve il “contenitore” di regole condiviso con i sindaci. «Aggiungiamo i parametri indicati dalla Regione e dal governo, e non intendo modificare le ordinanze precedenti, come quella che regola l’accesso all’acqua del fiume da parte dei cani in alcune spiagge, esattamente come l’anno scorso», spiega Pasquali. «Quell’ordinanza non sarà modificata di una virgola».

(Articolo tratto dal N° 18 del 28/05/2020 del settimanale “La Trebbia”)
 

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information