Lampioni, il Comune diffida l’Altro Village: “Deve riaccenderli” PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Val Trebbia emiliana
Scritto da Libertà   
Mercoledì 04 Settembre 2019 00:00

Lampioni a La Verza

In queste notti, l’illuminazione nel tratto di Statale 45 davanti al ristorante e discoteca Altro Village a La Verza – dove lo scorso 30 giugno due giovani sono stati tragicamente investiti e uccisi – è rimasta ancora spenta: per fortuna, però, il parcheggio interno del locale è riuscito ad accogliere tutti i clienti, e quasi nessuno – a parte la persona in fotografia e qualcun altro – è passato a piedi da un lato all’altro della carreggiata con la mancanza di luce e il traffico spericolato.
L’attenzione sulla tematica resta comunque alta: attivare i lampioni, come ha indicato la Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, sarebbe una misura fondamentale per “risolvere o limitare i problemi di pubblica incolumità”. Anas (l’ente gestore della strada) e il Comune di Piacenza si sono smarcati da ogni responsabilità: il corretto funzionamento dei fari – fuori uso da almeno tre anni – non sarebbe di loro competenza. Dall’Altro Village, locale serale a cui la commissione prefettizia aveva già raccomandato in passato di accendere l’impianto, ad oggi non è arrivata una risposta chiarificatrice. Venerdì sera, uno dei gestori del ristorante e discoteca ha ribadito: “Il posteggio sterrato sul lato opposto della Statale 45 non viene più utilizzato. Il parcheggio interno dell’Altro Village è comodo e gratuito, e quando è al completo il bodyguard chiude il cancello e conduce le auto all’uscita sul retro. Tra qualche giorno, una volta consultati gli avvocati, provvederemo a dare una risposta riguardo i lampioni”.

Il 3 settembre il Comune di Piacenza ha diffidato il gestore dell’Altro Village a riattivare l’illuminazione sulla Statale 45, all’altezza di La Verza. I due lampioni di fronte al locale, infatti, sono spenti da mesi e purtroppo in quel tratto si è verificato il drammatico incidente.
“Al termine delle verifiche svolte dagli uffici comunali, in una costante interlocuzione e collaborazione con Prefettura e Questura, e analizzando tutti gli aspetti della complessa vicenda che ha purtroppo avuto risvolti tragici – spiega il sindaco Patrizia Barbieri – abbiamo provveduto a emettere, a firma del dirigente Servizio Attività Produttive e Edilizia, la diffida al gestore dell’Altro Village a riattivare l’illuminazione sulla Statale 45, come di sua esclusiva competenza”.
Nell’atto viene intimato alla società di provvedere “immediatamente alla riattivazione dell’illuminazione”, incaricando la Polizia locale dell’esecuzione della diffida, per gli effetti dell’articolo 650 del Codice Penale.
La società gestrice non aveva mai dato seguito alle prescrizioni della Commissione vigilanza locali di pubblico dpettacolo, per cui, conclude il sindaco, “una volta acquisiti da parte degli uffici tutti gli elementi, il Comune ha inteso procedere con un doveroso atto di diffida, a cui verificheremo sia dato seguito quanto prima da parte del privato gestore, così che sia ripristinata una condizione di sicurezza per gli automobilisti e i frequentatori del locale”.

https://www.liberta.it (25/8 e 4/9 2019)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information