A Marsaglia e Perino l’asilo è a rischio per la “logica dei numeri” PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rassegna stampa - Val Trebbia emiliana
Scritto da La Trebbia   
Giovedì 10 Maggio 2018 00:00

Marsaglia

Un conto sono le belle parole, i messaggi d’amore incondizionato per la montagna. Un altro paio di maniche, però, è poi essere sindaci in “trincea”, ogni giorno. Il sindaco di Cortebrugnatella Stefano Gnecchi ha ricevuto una telefonata da Luigi Garioni, preside dell’i-stituto comprensivo di Bobbio che abbraccia le scuole da Travo a Ottone.
«L’ufficio scolastico provinciale ha comunicato a Garioni che i nuovi iscritti alla scuola d’infanzia di Marsaglia sono insufficienti per attivare il tempo pieno. Ne servirebbero dieci», incalza il primo cittadino, Gnecchi. «Se un genitore lavora ha bisogno di poter con-tare sul servizio dell’asilo tutto il giorno, soprattutto se vive a Marsaglia e dunque probabilmente lavora in un altro comune o        addirittura a Piacenza. Questa “mazzata” non ci voleva Verrà meno anche un insegnante».
Il sindaco è arrabbiato: «Continuiamo a pensare a come valorizzare la montagna, ma poi ci troviamo quotidianamente di fronte a scelte da veri e propri burocrati. Le trovo vergognose. Sta prevalendo ancora una volta la “mannaia”. Noi dobbiamo dare un servizio a queste famiglie che hanno scelto di iscrivere i propri figli in un asilo di montagna».
 Il dirigente scolastico Luigi Garioni sottolinea: «Mancano tre bambini per attivare una classe a Marsaglia. Il provveditorato ci viene incontro dando il tempo ridotto, anziché chiudere la sezione. Il problema si era già presentato a Ottone, lo scorso anno. Con la collaborazione del Comune, che ha messo a disposizione per alcune ore un educatore, siamo riusciti a poter aprire la sezione anche in tre pomeriggi. Vediamo se ci saranno dei margini di trattativa anche a Marsaglia; comprendo lo sfogo del sindaco, anche perché un docente dovrà presentare domanda di trasferimento e ci dispiace».
Anche a Perino la sezione della scuola d’infanzia è a rischio: «In quel caso gli iscritti sono però nove, e il prossimo anno, nel 2019, sono previsti aumenti. Quindi, per Perino, possiamo essere più fiduciosi».

(Articolo tratto dal N° 16 del 10/05/2018 del settimanale “La Trebbia”)

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information