Trulla (Lepiota procera) PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Marco Gallione   
Domenica 25 Gennaio 2009 23:00
Trulla (Lepiota procera)
Cappello:
Inizialmente campanulato, poi ovoidale, chiuso sul gambo, quindi appianato, sempre con umbone al centro; può raggiungere anche 20-30 cm circa di diametro. La cuticola si disquama irregolarmente in scaglie brunastre, più fitte al centro che rimane liscio e uniforme e più rade verso il margine , mettendo in luce un fondo delicatamente fibrilloso, omogeneamente nocciola o grigiastro.
Lamelle:
Bianche con tenui riflessi rosati, poi giallastre a maturità e brune al tocco. Fitte, alte, ventricose, distanti dal gambo.
Anello:
Doppio e scorrevole, bianco, ampio e festonato al margine.
Gambo:
Nell’esemplare giovane, quando il cappello è ancora chiuso sullo stesso, un poco tozzo e bulboso, poi sempre più slanciato ed allungato sino a raggiungere, nell’esemplare a completo sviluppo, anche i 30-40 cm di altezza. Cilindrico, duro, fibroso e cavo: tipicamente adorno, al di sotto dell’anello, di zebrature brunastre appressate. Bulboso alla base.
Carne:
Tenera, fragile, soffice al tatto quella del cappello: bianca, leggermente rosata al taglio con gradevole odore e sapore di nocciola. Molto fibrosa quella del gambo.
Spore:
Bianche in massa. Ellittiche, 13-20 x 9-13 micron.
Habitat:
Più facilmente nei prati, nei campi, terreni coltivati e al margine di boschi; dall’estate all’autunno.Comune.
Commestibilità:
Ottimo commestibile, si adopera la sola carne del cappello, tenera e prelibata.
Note:
Fungo di grossa taglia e dal tipico portamento; gli è molto somigliante la Lepiota rhacodes, dalle scaglie più ampie, dal gambo privo di nervature e dalla carne che arrossa velocemente alla frattura e alla Lepiota puellaris, più fragile, minuta e biancastra. La Lepiota badami, con tendenza a macularsi al tatto di rossastro e giallastro, ha l’anello attaccato al gambo e non scorrevole sullo stesso.
In italiano: Bubbola maggiore, Mazza di tamburo, Parasole, Tobbia
Liguria: Madonina, Madunin, Buggiu scu, Padre, Ombrella, Trulla

Raccomandazione
Sebbene il fungo sopra citato sia abbastanza conosciuto , in caso di dubbi, dopo averli raccolto, farlo riconoscere a persone molto esperte o alle autorità sanitarie competenti.


 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information