Programma di sostegno rurale - Misura 216 PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Parco dellAntola - Comunicazioni e comunicati stampa
Scritto da Roberto Costa   
Giovedì 12 Marzo 2009 00:00

Con la presente comunico, sperando di fare cosa gradita, che da parte della Regione Liguria è stato dato avvio alle procedure di presentazione delle domande di aiuto e pagamento relative alla Misura 216 del PSR "Sostegno agli investimenti non produttivi nei terreni agricoli".

 

Si tratta di una misura immaginata in particolare per finalità di mantenimento e miglioramento ambientale e paesaggistico in aree rurali, con particolare riferimento al ripristino di muri a secco, costituzione di siepi e realizzazione di piccoli invasi.

 

L'accesso è libero tanto agli Enti pubblici che ai privati, con un aiuto, a seconda dei casi, che varia fra l'80% ed il 100 %.

 

Nel contesto di una finalità specificatamente mirata al mantenimento della biodiversità, uno dei criteri di priorità è legato all'intervento all'interno di un Parco regionale e/o ad un'area compresa nella Rete SIC "Natura 2000", a testimonianza del vantaggio, che desidero qui portare alla vostra attenzione, di far parte del Parco Regionale

dell'Antola           

 

La misura si prefigge i seguenti obiettivi:

 

– mantenimento e incremento della fauna selvatica autoctona sul territorio attraverso l’adeguamento delle risorse agricole alle necessità specifiche della fauna stessa;

 

– realizzazione di fonti di approvvigionamento per la fauna selvatica stanziale;

 

– conservazione e fruizione delle aree agricole a valenza paesaggistico ambientale;

 

– salvaguardia e tutela dell'ambiente, del paesaggio  rurale e dell’agrobiodiversità;

 

– favorire il mantenimento di elevati livelli di biodiversità (dir 43/92/CEE), migliorare e recuperare l’integrità ecologiche delle zone rete natura 2000 e delle aree di collegamento ecologico.

 

Azioni ammissibili.

           

La misura è distinta in due azioni:

 

1) ripristino dei muri a secco per il sostegno dei terreni agricoli in pendio e delle opere di regimazione idrica strettamente connesse alla stabilità dei muri a secco con finalità non produttive;

 

2) aiuti agli investimenti non produttivi in terreni agricoli relativi a:

 

a) costituzione di siepi, filari, cespugli e alberi e altri elementi idonei alla riproduzione, alla nidificazione, al ricovero e alla protezione di specie selvatiche;

 

b) realizzazione o recupero di piccoli invasi (abbeveratoi per fauna selvatica, pozze, laghetti, ecc.) allo scopo di assicurare una buona disponibilità idrica, soprattutto nei periodi di siccità nonché di assicurare ambienti umidi per fauna e flora di pregio;

 

c) altri investimenti non produttivi che valorizzino in termini di pubblica utilità le aree della Rete Natura 2000, le aree di connessione ecologica e le aree parco nazionali e regionali (p.e. recinzioni a tutela di specie tutelate

dalla direttiva 92/43, realizzazione di punti di osservazione per la fauna selvatica, ecc.).

 

Beneficiari

           

Possono presentare domanda di aiuto ai fini della presente misura:

 

- Imprenditori agricoli;

 

- Conduttori di terreni agricoli;

 

- Enti pubblici.

 

Quantificazione dell’aiuto

 

Azione 1

 

L’aiuto è concesso a fronte di impegno al ripristino di muri a secco tradizionali per il sostegno dei terreni in pendio e delle opere di regimazione idrica strettamente connesse alla stabilità dei muri a secco con finalità non

produttive.

 

L’aiuto è quantificato in 94 euro/m² di muro effettivamente ripristinato, pari al 100% del costo standard.

 

Azione 2
           

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo in conto capitale a fronte dell’esecuzione di investimenti.

 

L’aiuto è pari all’80% della spesa ammissibile.

 

Priorità e criteri di selezione

           

La selezione delle istanze da ammettere a finanziamento e la conseguente assegnazione delle risorse finanziarie avviene tramite la valutazione dei seguenti elementi:

 

1) Investimenti realizzati da beneficiari di altre misure dell’asse 2;

 

2) ripristino di muri a secco;

 

3) investimenti realizzati in parchi nazionali e regionali e zone “natura 2000”.

 

Alla presente allego copia di tutta la documentazione disponibile

 

 Cordiali saluti

 

Roberto Costa

__________

 

Dr. Roberto Costa
Presidente Ente Parco Regionale Antola
Tel.010 944175

Documenti:
PSR_216
PSR-216_all

 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information