Note storiche sui rifugi dell'Antola PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Parco dellAntola - Il rifugio
Scritto da Marco Gallione   
Giovedì 27 Giugno 2002 01:00
Il rifugio Musante
Il rifugio Musante
Fu costruito da quattro abitanti di Bavastrelli con il concorso della "Società Club Alpino sezione Ligure" (che provvide la somma di mille lire) tra il 1894 e il 1895 .
Il primo custode e comproprietario fu Giovanni Musante, un emigrante di Bavastrelli allora rientrato dall'America.
Nei primi anni del 1900 il CAI si riservò una camera con accesso dall'esterno e lasciò il rifugio alla iniziativa della famiglia Musante.
Giovanni Musante morì nel 1921 ma i suoi figli mantennero la gestione del rifugio, gli ultimi due a restare furono Vittorio e l'Albina, due mitiche figure, mitiche per generazioni di escursionisti, e solo la morte di Vittorio nel 1979 costrinse la sorella a lasciare per sempre quella singolare residenza.
L'edificio crollò nei primi anni 90 in seguito ad un incendio che ne espose le strutture agli agenti atmosferici.
Il rifugio Bensa
Il vecchio rifugio sul monte Antola
Intorno ai primi del novecento sorsero, sulla vetta dell'Antola, due nuovi edifici adibiti a residenza per la villeggiatura di facoltose famiglie genovesi. Proprio una di queste villette, dopo alcuni passaggi di proprietà, fu acquistata nel 1927 dalla Società Alpina Ligure che era l'immobiliare del CAI. Furono gli anni del massimo splendore del Rifugio-Albergo, intitolato ad E. Bensa, che assunse i connotati di un vero e proprio rifugio d'alta montagna frequentato d'estate e d'inverno. Il rifugio Bensa restò in attività fino al 1944 quando, utilizzato dalle formazioni partigiane, fu bersagliato dai mortai tedeschi e gravemente danneggiato.
In seguito alla liquidazione della Società Alpina Ligure l'immobile venne messo in vendita ed acquistato nel 1954 dalla famiglia Musante ed utilizzato quale dipendenza della locanda da essi gestita. Nel 1983 riprese a funzionare dapprima gestito dalla famiglia Cecconetto e poi dalla famiglia Vigilia. La definitiva chiusura delle attività avvenne nel 1996 a si aprì allora il periodo di maggior decadenza anche per l'aprirsi di una vicenda giudiziaria che di fatto bloccò ogni possibilità di riapertura. Nel giugno 2002 l'Ente Parco Antola, con la firma di una locazione venticinquennale, apre una nuova pagina...

(Questo articolo è stato tratto dal N° 25 del 27 Giugno 2002 del settimanale "La Trebbia")
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information