Mazzin o Spinarolo (Calocybe gambosa) PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Marco Gallione   
Giovedì 30 Aprile 2009 15:59
Porcini (boletus edulis)

Cappello:
Nella prima fase dello sviluppo, il cappello sembra intimamente saldato al gambo e di forma rotondeggiante, poi prende forma emisferica, convessa pianeggiante, infine quasi piana; è tipicamente bianco, ma si possono trovare esemplari di color nocciola chiaro, simile alla crosta di pane, liscio, con il margine involuto; diametro 5-1 0 cm con cuticola facilmente staccabile.
Lamelle:
Fitte, strette, adnate o smarginate al gambo, da biancastre a crema pallido, con il filo ondulato o crenulato, concolore.
Gambo:
5-8 x 1-3 cm, cilindrico, tozzo, robusto, pieno, a volte arcuato, più ingrossato al piede; biancastro, ocraceo verso la base.
Carne:
Massiccia e soda, bianca, con odore forte di farina e sapore buono.
Spore:
Ovali, bianche in massa.
Habitat:
È un fungo saprofita, cresce in primavera, da aprile a maggio, nei prati o ai margini del bosco, spesso in cerchi. Lo si trova di sovente tra i cespugli di piante spinose come il biancospino (Crataegus monogyna), la rosa canina, il ginepro e il prugnolo (Prunus spinosa) da cui deriva il nome volgare Prugnolo oppure Spinarolo.
Commestibilità:
Ottima commestibilità: molto ricercato come primizia di primavera.
E' molto variabile nel colore e influenzato anche dal luogo di crescita. Il Tricholoma goniospermum, dalle lamelle violette, cresce in alcuni luoghi del Trentino in autunno nello stesso habitat della Calocybe gambosa, quasi fosse una forma autunnale della stessa. E' certamente un'altra specie, ma con dati analoghi di commestibilità.
Note:
Il Calocybe gambosa, già Tricholoma georgii, chiamato comunemente Prugnolo, matura secondo la tradizione popolare il 23 aprile, giorno della ricorrenza di S. Giorgio, ma ovviamente può anticipare o posticipare la sua comparsa anche di alcune settimane a seconda dell'altitudine o dell'andamento stagionale.
Nomi volgari: Mazzin, Fungo di S. Giorgio, Maggengo, Prugnolo, Spinarolo

Raccomandazione
Sebbene il fungo sopra citato sia abbastanza conosciuto , in caso di dubbi, dopo averli raccolto, farlo riconoscere a persone molto esperte o alle autorità sanitarie competenti.


 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information