Cassingheno (Fascia) PDF Stampa E-mail

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Val Trebbia di oggi - Le frazioni della Val Trebbia ligure
Scritto da Marco Gallione   
Martedì 22 Novembre 2011 10:41
Cassingheno Cassingheno

Cassingheno era frazione della parrocchia di Rondanina; nel 1647 quando Carpeneto fu eretto parrocchia, Cassingheno fu smembrato dalla matrice ed unito alla nuova parrocchia. Egli però già possedeva un oratorio in cui fin dal 1595 si compivano funzioni parrocchiali; e nel 1786 possedeva proprio cappellano.
Addì 24 aprile 1845 fu staccato da Carpeneto ed eretto in parrocchia. Nel decreto di erezione si legge: « Ut debitus honor servetur ecclesiae matrici volumus ut in erecta ecclesia die festo principali functiones ecclesiasticae per illum parochum singulis annis celebrari valeant: ut illi ecclesiae viginti libellas pedemontis. debeant responderi, nec non ut matrici ecclesiae commodum vel ab ipso Paroco loci Cassingheni vel ejus delegato eodem die festo Missa celebranda in illa curetur ».
L'altare maggiore, la balaustra ed il pulpito in marmo sono dello scorso secolo: la decorazione è del 1914 per opera del Gambini. La canonica fu edificata con l'aiuto della popolazione verso il 1914 dal rettore Don Giovanni Sacchero in sostituzione della miserabile primitiva.
Secondo il Cavagna Cassingheno sarebbe nominato nel 1185 in una convenzione tra i Malaspina, che ne erano feudatari, ed i Piacentini. I Malaspina lo donarono ai Visconti nel 1316.

(Fonte: Storia dei Comuni e delle Parrocchie della diocesi di Tortona, di Mons. Clelio Gelli)

Cassingheno si trova nominato in una convenzione del 1185 tra i Malaspina, che n'erano proprietari, e i Piacentini. I Malaspina, marchesi di Catrebbiasca, nel 1361 donarono il paese con le sue pertinenze ai Visconti di Milano. Cassingheno fu villa della parrocchia di Rondanina fino al 1647, anno in cui passò a far parte della nuova parrocchia di Carpeneto. Il paese aveva già un oratorio in cui, fin dal 1595, si celebravano le funzioni parrocchiali.il 24 aprile del 1845, fu scorporato da Carpeneto ed eretto in parrocchia. Cassingheno nel 1668 contava 14 famiglie (fuochi).

(Fonte: “Le antiche mulattiere” di Guido Ferretti)

Vai alla galleria fotografica di Cassingheno
Vai alla galleria delle vecchie fotografie di Cassingheno

Cassingheno sul web:

Facebook: Gruppo: Cassingheno a free and amusing country
 

Attività commerciali a Cassingheno
Azienda Agricola Spallarossa Silvia
Loc. Cassingheno 41 - 16020 Fascia Ge
Tel. 010 95825 - 347 9443032
Produzione e vendita carni
Alimentari Brinzo Lino
Loc. Cassingheno, 50 - 16020 Fascia Ge
Tel. 010 95991
Rivendita tabacchi, giornali, generi alimentari, bombole gas liquido ed altro

Al momento non abbiamo altre informazioni su questa frazione. Se vuoi mandare il tuo contributo scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 05 Febbraio 2013 08:19
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information