Castello di Groppo Ducale PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
I castelli della Val Trebbia e delle 4 Province - Val Nure
Scritto da Marco Gallione   
Venerdì 05 Ottobre 2012 09:57

  • groppoducale01
  • groppoducale02
  • jquery slider
  • groppoducale04
groppoducale011 groppoducale022 groppoducale033 groppoducale044
image slider by WOWSlider.com v9.0

Dove si trova

Groppo Ducale è una frazione del comune di Bettola, dal quale dista circa 6 km.

Il castello

Oggi della struttura originaria del castello rimane molto poco, in quanto la Rocca è stata più volte trasformata, da fortezza a dimora signorile, a sede di uffici pubblici come la Scuola Comunale.
Nella primavera del 2003 è terminata la ritrutturazione ed ora il Castello è come nuovo, sono stati rifatti i tetti e ristrutturati tutti gli ambienti interni fornendoli di comforts e servizi adeguati alle esigenze di vita moderne. Di particolare bellezza è il salone principale che può accogliere molte decine di persone in un ambiente caldo e comfortevole con un impressionante sotto tetto interamente di legno perchè ricostruito con le travi originali.

Cenni storici

Il castello di Groppo Ducale   certamente uno dei documenti storici più significativi di questa vallata. La sua imponente figura ha accompagnato le vicende di questo paese da almeno un millennio.
La prima citazione del castello di Groppoducale risale al 1385, quando tra i possedimenti del signore di Fiorenzuola Branca Fulgosio viene nominata la località di Groppo Dugario.
Branca non aveva figli legittimi, e nonostante avesse lasciato i suoi beni per via testamentaria in eredità ai nipoti, poco dopo la sua morte risultarono proprietari del feudo i nobili Nicelli, che più a valle possedevano già l'imponente Caminata. Stante l'aggressività che caratterizzava l'azione politica dei Nicelli nella zona, non è da escludere un atto di forza da loro compiuto nei riguardi dei legittimi eredi per impossessarsi del castello.
A quanto risulta, comunque, la legittimità dell'autorità dei Nicelli su Groppoducale non fu mai contestata; sono anzi documentate nel corso dei secoli numerose investiture relative al castello e al feudo tra vari rami della famiglia: Giovanni figlio di Gian Nicolò ereditò il tutto nel 1494; nel 1626 un altro Giovanni Nicelli entrò in possesso del castello per volontà della Duchessa Margherita Aldobrandini, madre del Duca di Parma e Piacenza Odoardo Farnese.
Nel 1800 il borgo era di proprietà del Conte Alessandro V Nicelli, alla morte del quale (1816) la sorella Antonia cedette il tutto a Bonifacio Nicelli che, nel 1820, vendette il castello all'Opera Parrocchiale.

Informazioni turistiche

Per ora il Castello è la sede del salone parrocchiale e del centro culturale Punti di Luce che promuove iniziative quali il Concorso Letterario delle Valli Piacentine; in ogni caso, si tratta di una struttura importante da tutti i punti di vista e nulla vieta di utilizzarlo in futuro per vari scopi quali : convegni, attività culturali e magari chi lo sa , come punto di informazione turistica o come ostello per escursionisti o pellegrini.
 

Fonti

Dalla foto di Giacomo Turco - www.italynet.it
Foto di Giacomo Turco (giames78.blogspot.it) - Monika Rossi (www.panoramio.com/user/3895589) - Andrea Bergonzi (www.panoramio.com/user/2335922)

Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Novembre 2020 10:28
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information