Casa fortificata di San Cristoforo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
I castelli della Val Trebbia e delle 4 Province - Alta e media Val Trebbia
Scritto da Marco Gallione   
Lunedì 17 Settembre 2012 21:43
Casa fortificata di San Cristoforo

Dove si trova

La frazione di San Cristoforo dista circa 5 chilometri dal comune di Bobbio cui essa appartiene.

Cenni storici

La prima citazione scritta della località risale al 30 Luglio 972, quando in un diploma imperiale di Ottone I compare San Cristoforo, sia pure con il nome di Viulio, in un elenco di celle monastiche fondate dal Monastero di San Colombano di Bobbio. Successivamente, un altro diploma del 1027, firmato da Corrado II, ne ricorda il definitivo passaggio nei domini del vescovado bobbiense.
Al centro del paese, in posizione dominante sull’abitato, è ben visibile un’imponente costruzione parzialmente fortificata con robusti muri scarpati e un lato dalla curiosa forma ricurva: si tratta del primitivo edificio della cella monastica colombaniana, che i monaci abbandonarono a metà del XV Secolo per trasferirsi a Bobbio quando l’ordine fondato dal Santo Irlandese venne sciolto e fatto confluire nei Benedettini.
 

Informazioni turistiche

Al momento non abbiamo informazioni su questa casa.

Fonti

Dalla fotografia di Giacomo Turco - www.panoramio.com/photo/71677698

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Settembre 2012 21:45
 

Cerca nel sito

Traduttore - Translator

Iscriviti alla newsletter!

Amministratore

Alta Val Trebbia, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information